"Incidente diplomatico" durante la processione: arrivano le scuse del centro islamico

La lettera è stata consegnata al sindaco ed ai rappresentanti della parrocchia, i quali hanno accolto il gesto come premessa per un rapporto di reciproco rispetto della libertà religiosa e delle regole civili di una comunità

Il sindaco di Conselice

Il sindaco di Conselice Paola Pula, dopo aver sentito i rappresentanti della parrocchia di San Martino di Conselice, ha incontrato i rappresentanti della associazione di cultura islamica Attadamun, in seguito allo spiacevole episodio verificatosi durante lo svolgimento della processione mariana di domenica. In tale occasione, infatti, alcuni bambini che si trovavano nel locale centro islamico, hanno disturbato con parole improprie la processione di passaggio.

A seguito dell'incontro, i rappresentanti della comunità islamica hanno predisposto una formale lettera di scuse destinata ai rappresentanti della parrocchia di San Martino. La lettera è stata consegnata al sindaco ed ai rappresentanti della parrocchia, i quali hanno accolto il gesto come premessa per un rapporto di reciproco rispetto della libertà religiosa e delle regole civili di una comunità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L'accaduto, anche se riguarda il comportamento di alcuni bambini, non è tollerabile e non va sottovalutato, tanto che mi risulta siano stati rimproverati dagli stessi rappresentanti dell'associazione - ha dichiarato il sindaco Pula -. Ribadiamo il nostro impegno per il rispetto di ogni sensibilità e appartenenza religiosa e auspichiamo pertanto, come sottolineato da tutte le parti coinvolte, che si proceda nella direzione positiva del dialogo e dell'educazione alla reciproca conoscenza, nel rispetto delle regole di convivenza. Considero il comportamento tenuto dai rappresentanti di entrambe le comunità, la migliore risposta a qualsiasi strumentalizzazione dell'accaduto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento