Moglie e figlio morti nello schianto, il 25enne voleva scappare dall'Italia: arrestato

Il 25enne romeno è stato arrestato martedì sera dai Carabinieri e dalla Polizia Municipale della Bassa Romagna alla stazione del capoluogo bizantino

Per l'accusa avrebbe tentato la fuga dall'Italia il sopravvissuto al terribile schianto del 18 marzo scorso, costato la vita alla compagna 24enne e al figlioletto di appena 5 mesi. Il 25enne romeno è stato individuato martedì sera dalla Polizia Ferroviaria di Forlì, attivata nelle ricerche del soggetto dai Carabinieri e dalla Polizia Municipale della Bassa Romagna. Era ricercato da lunedì dopo essersi allontanato dall'ospedale "Santa Maria delle Croci", dove era stato trasferito dopo il primo ricovero in prognosi riservata al "Maurizio Bufalini" di Cesena. Il romeno, con una vertebra fratturata e lesioni al fegato, aveva deciso di lasciare comunque il nosocomio nonostante il parere contrario dei medici. Secondo la Procura, stava organizzando la fuga in Romania. Ora è in carcere a Ravenna. La notizia è stata riportata giovedì dal "Corriere Romagna" e "Il Resto del Carlino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

continua nella pagina successiva ======> LE INDAGINI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento