Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

L'incrocio era già stato in passato teatro di gravi incidenti, tanto che lunedì mattina diversi residenti sono scesi in strada lamentandosi della pericolosità dello stesso

Ennesimo incidente a Pisignano all'incrocio tra via Crociarone e via Zavattina. Lunedì mattina, poco dopo le 7, sono venute a collisione un'Audi A3, con a bordo un ragazzo e una ragazza stranieri, e una Fiat Panda condotta da una ragazza, tutti e tre sotto ai 30 anni. Nel violento schianto la Panda è volata contro il muro di un'abitazione cappottandosi su un fianco, mentre l'Audi si è schiantata contro un palo stradale abbattendolo.

Sul posto si sono precipitati i soccorsi del 118 con tre ambulanze e auto medica, insieme ai Vigili del fuoco di Cervia che hanno liberato la ragazza rimasta incastrata dentro alla Panda. I tre giovani, rimasti coscienti, sono stati portati al pronto soccorso dell'ospedale Bufalini di Cesena tutti con codici di media gravità, tranne la ragazza con codice di massima gravità. Visto l'orario di punta si è creato qualche problema di viabilità, la Polizia stradale ha gestito il traffico a senso unico alternato fino alle 8.30, quando è tornato alla normalità - via Zavattina resta chiusa alla circolazione per via del palo abbattuto.

L'incrocio era già stato in passato teatro di gravi incidenti, tanto che lunedì mattina diversi residenti sono scesi in strada lamentandosi della pericolosità dello stesso, nonostante siano stati fatti alcuni interventi per metterlo in sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento