Invalsi, exploit degli studenti dell'Oriani per competenze e livelli socio-economico-culturali

L'istituto tecnico faentino Oriani si caratterizza per risultati molto buoni nell’ambito delle competenze in Italiano e Matematica e dello sviluppo dei livelli socio-economico-culturali

L'istituto tecnico faentino Oriani si caratterizza per risultati molto buoni nell’ambito delle competenze in Italiano e Matematica e dello sviluppo dei livelli socio-economico-culturali. È l’ultimo report dell’Istat sugli obiettivi per uno sviluppo sostenibile, che traccia un bilancio non proprio roseo di tutti gli aspetti della vita economica e sociale del sistema Italia, posizionando al quarto posto, su 17 obiettivi, “l’istruzione di qualità per tutti”.

La scuola secondaria di secondo grado è articolata in tre canali principali: licei, istituti tecnici e istituti professionali. Il risultato a livello nazionale per tipo di istituto è molto diversificato, con il 17,7% dei liceali che non raggiungono la sufficienza nelle competenze alfabetiche e il 29,2% in quelle matematiche; tra coloro che frequentano gli istituti tecnici, sono insufficienti in lettura e in matematica rispettivamente il 39,6% e il 42,3%; tra i ragazzi degli istituti professionali, i risultati sono molto scoraggianti, con il 69,4% che non raggiunge la sufficienza in lettura e il 77,2% in competenze numeriche. I punteggi medi per i tre tipi di scuola variano, tuttavia, in funzione del punteggio medio complessivo della regione di residenza dello studente, con gli studenti dei licei della Calabria, della Sicilia e della Sardegna che hanno punteggi significativamente inferiori a quelli degli studenti dell’istituto tecnico di alcune regioni del Nord.

Ed è proprio a una manciata di giorni dalla conclusione dell’anno scolastico e dall’inizio degli esami di Stato che l’Istituto Oriani traccia un bilancio della sua attività didattica complessiva, riflettendo sui dati incoraggianti che sono pervenuti e riferiti agli studenti delle seconde classi nel primo biennio. In Italiano il risultato complessivo dell’Istituto tecnico faentino è superiore di ben 4,4 punti al dato dell’area Nord-Est, superiore di 7,6 punti rispetto al dato regionale e superiore al livello nazionale dei Tecnici di 16,7 punti. In Matematica, invece, è superiore di 5,9 punti al dato dell’area Nord-Est, superiore di 6,8 rispetto al dato regionale e superiore rispetto al livello nazionale dei Tecnici di 21,6 punti.

Sempre l’Istat fa sapere che tra gli studenti delle seconde classi delle scuole superiori di secondo grado italiane, il 33,5% non raggiunge un livello sufficiente nelle competenze alfabetiche e il 41,6% in quelle numeriche. Le differenze regionali sono ampie. Gli studenti del Nord sono meno carenti, sia in lettura sia in matematica, gli studenti del Centro si posizionano nei livelli medi nazionali e gli studenti del Mezzogiorno presentano particolari mancanze soprattutto in matematica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ciò che attiene all’Istituto Tecnico faentino, l’effetto scuola si è rivelato leggermente superiore rispetto a ogni ambito geografico, dando ragione della qualità della didattica durante l’intero percorso scolastico: ciò significa che, al netto del peso sul risultato delle caratteristiche della popolazione studentesca, la scuola ha un’efficacia maggiore rispetto a quella che si riscontra su base nazionale. Dalla scuola di via Manzoni traspare una certa soddisfazione sui risultati, anche nella prospettiva del monitoraggio rispetto agli interventi di miglioramento effettuati negli ultimi anni. Buono è apparso, infine, il dato relativo al background socio-economico e culturale: tutte le classi ottengono un punteggio superiore rispetto al campione di riferimento, in controtendenza rispetto agli ultimi quattro anni per l’Istituto, confermando così un contesto socio-economico medio-alto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

Torna su
RavennaToday è in caricamento