L'allarme del sindacato: "Il piano assunzioni per la Polizia di Stato è insufficiente"

Per ciò che concerne la provincia di Ravenna, il piano di potenziamento degli organici stabilito per il 2018/2019 "non risolverà la grave carenza di uomini di cui soffrono le varie articolazioni della Polizia di Stato presenti sul territorio"

Il Silp Cgil (sindacato italiano lavoratori Polizia di stato) torna a esprimere una forte preoccupazione per gli organici della Polizia di Stato sia a livello territoriale che nazionale. "Le misure predisposte dai governi Gentiloni e Conte, nelle leggi di Bilancio 2018 e 2019, sono del tutto insufficienti", spiegano dal sindacato.

Per ciò che concerne la provincia di Ravenna, il piano di potenziamento degli organici stabilito per il 2018/2019 "non risolverà la grave carenza di uomini di cui soffrono le varie articolazioni della Polizia di Stato presenti sul territorio; bisogna infatti precisare che ai pensionamenti che ci sono stati nel 2018 (ben 12) e a quelli che ci saranno nel 2019, occorre sommare le uscite di personale dovute a coloro che in questo lasso di tempo sono stati, o lo saranno a breve, trasferiti in altre province (2/3 poliziotti). Il risultato è che le 20 unità (12 già assegnate nel 2018 e 8 previste a febbraio 2019) programmate dal piano di potenziamento non compenseranno le uscite previste, producendo un saldo negativo. A ciò si aggiunge il fatto che, da un’analisi dei piani di assunzioni straordinari quinquennali di Forze di Polizia (Polizia di Stato, Penitenziaria, Carabinieri e Finanzieri), appare del tutto evidente che i futuri organici saranno insufficienti".

La Legge di Bilancio 2018 del governo Gentiloni prevede che, su un totale di 7.394 reclutamenti, per la sola Polizia di Stato ce ne siano 654 nel 2018, 200 nel 2019, 550 nel 2020, 551 nel 2021 e 552 nel 2022, per un totale di 2.507. La Legge di Bilancio 2019 del governo Conte prevede che nel quinquennio 2019/2023 ci sia l'assunzione straordinaria di 6.150 operatori nelle forze di polizia, di cui per la Polizia di Stato 389 nel 2019, 389 nel 2020, 389 nel 2021, 389 nel 2022 e 387 nel 2023 per un totale di 1.943 poliziotti. "Tutte queste assunzioni saranno però complessivamente insufficienti - prosegue il sindacato - Sommando, infatti, i dati riguardanti la Polizia di Stato previsti dalle due finanziarie del 2018 e del 2019 si arriverà a regime, nel 2023, ad un totale di 4.450 nuovi agenti che non riusciranno nemmeno a compensare le uscite dovute ai pensionamenti, che ogni anno superano di molto le mille unità. Per consentire una vera implementazione degli organici della Polizia di Stato sarà necessario procedere nei prossimi anni a ulteriori massicce assunzioni rispetto a quanto al momento programmato, e proprio per questo motivo il Silp Cgil ha chiesto, per primo e da tempo, sia al precedente governo che al nuovo esecutivo un provvedimento specifico per le assunzioni e lo scorrimento delle graduatorie del concorso pubblico per 1.148 allievi agenti indetto nel 2017".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Cade mentre lavora al porto e si frattura il cranio: operaio in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento