La musica come divertimento, ma anche come attività didattica

La musica come divertimento, ma anche come attività didattica, come terapia, come momento di condivisione fra bambini piccoli e genitori. La musica è la grande protagonista di un nuovo stimolante progetto

La musica come divertimento, ma anche come attività didattica, come terapia, come momento di condivisione fra bambini piccoli e genitori. La musica è la grande protagonista di un nuovo stimolante progetto, che verrà presentato ufficialmente sabato al nido “Cavina” di via Spello 2: si chiama “Dindalora”, è stato realizzato dal Comune e dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, ideato e curato da “Immaginante. Laboratorio Museo Itinerante” e da L’Ottava nota, associazione culturale alfonsinese, con la collaborazione di Avis, Ama, Spi CGIL, Presepe Meccanico, Cif, Udi e Pro Loco Alfonsine.

L'inaugurazione è prevista alle 10.30. Saranno presenti l'assessore all'Istruzione del Comune, Michele Babini; Stefania Guerra, dell'Associazione "L'ottava nota" e l'educatrice musicale Arianna Sedioli. Dindalora è un nuovo percorso didattico pensato per i più piccoli, per le mamme in attesa e per chi sente il bisogno di affrontare percorsi musicoterapici. Uno spazio nuovo, attrezzato per poter fare l’esperienza della musica in maniera giocosa ma intensa, dove i migliori professionisti del settore condurranno laboratori e proporranno modi creativi di avvicinamento ai suoni e agli strumenti, anche attraverso proposte di musica dal vivo e di arte sonora.
 
Le proposte
I percorsi di musicoterapia si rivolgono a bambini dai 3 ai 10 anni, a giovani adulti e a tutti coloro che desiderano trovare uno spazio di esplorazione, espressione e comunicazione degli aspetti emotivi atraverso la musica e la voce. Si svolgeranno, a partire da aprile, incontri a cadenza settimanale, individuduali o di gruppo a seconda dei esigenze specifiche. Gli incontri saranno tenuti da Mara Luzietti, musicoterapista e insegnante in avviamento musicale, specializzatasi in musicoterapia presso Music Space Italy a Bologna.

Happy Ears è il titolo dei laboratori per bambini da 0 a 36 mesi, in cui bambini e genitori giocano insieme utilizzando sonorità e musiche per esprimersi e per conoscersi reciprocamente, con proposte che stimolano immaginazione, creatività e sensibilità all’ascolto. Fra marzo e maggio sono in programma due laboratori, ognuno dei quali composto di quattro incontri da 30 minuti l’uno: ogni incontro sarà pensato per piccoli gruppi di bambini e genitori, adattando gli orari alle esigenze dei partecipanti. Il primo laboratorio, fra il 20 marzo e il 10 aprile, si intitola “Cestino dei tesori sonori: facciamo musica con oggetti e piccoli strumenti”; il secondo, fra l’8 e il 29 maggio, si intitola “Coccole e carezze vocali: filastrocche e canzoncine per stare insieme”

Sensibilità sonore è un percorso per mamme in attesa, che si articola in quattro incontri, al mercoledì pomeriggio, dedicati alla conoscenza del mondo sonoro intrauterino e a proposte di gioco musicale per i piccolissimi: partendo dal presupposto che i bambini nel grembo materno hanno un particolare contatto con l’ambiente uditivo, visto che ogni sonorità viene filtrata dal liquido amniotico e che ogni vibrazione provoca un avvolgente massaggio. Ognuno degli incontri avrà un tema particolare: la musica come nutrimento per la crescita, la realizzazione di sonagli e piccoli giocattoli sonori, la creazione di ninnananne e di un ambiente morbido per le coccole sonore e le musiche eseguite dal vivo come abbraccio sonoro per curare la mamma e il suo bimbo.

I laboratori Happy Ears e Sensibilità Sonore saranno tenuti da Arianna Sedioli, esperta di educazione al suono e alla musica, autrice di mostre ed arredi sensoriali per musei, biblioteche e servizi educativi e creatrice di pubblicazioni legate al tema della musica per la prima infanzia. Soddisfattissimo del progetto l’assessore all’Istruzione del Comune di Alfonsine, Michele Babini. “Progettare questo spazio è stata una sfida vinta dalla nostra comunità – sottolinea Babini -. Siamo riusciti a trovare esperti disponibili e competenti ed ad attivare la grande rete delle associazioni alfonsinesi per sostenere il progetto, che va nella direzione di offrire ai nostri piccolissimi cittadini e alle loro famiglie un'altra opportunità di crescita e di sviluppo".

Chiosa l'assessore: "Nella società dell’informatica e della rete, le relazioni umane e lo stare insieme per fare esperienze reali è sempre più importante, per non perdere il valore della conoscenza diretta e della crescita emozionale e creativa. Questo nuovo spazio, attraverso la musica, si propone di svolgere una funzione pedagogica e culturale affiancandosi alla ricca rete dei servizi per la prima infanzia e per le famiglie operanti nei Comuni della Bassa Romagna”. Per partecipare a Dindalora, contattare l’associazione L’ottava nota, in corso Garibaldi 56 ad Alfonsine. Orari segreteria, martedì e venerdì dalle 16 alle 19. Telefono 347 1455065, indirizzo mail associazione8nota@gmail.com

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento