Lido di Dante, la mancanza di parcheggi non deve costituire alibi per chiudere un occhio alla sosta

Sia ripristinata urgentemente la sbarra di accesso all'argine.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Il fenomeno della sosta selvaggia a Lido di Dante ha origini lontane e mai c'è stato un giro di vite per far cessare le situazioni di degrado. Argine e zona pedonale del parco sul lungomare letteralmente presi d'assalto da autovetture e moto. Le alberazioni che connotano un parco sono diventate prede ambite di ogni sorta di moto per assicurarsi un posto all'ombra, mentre con l'auto si cerca di arrivare quanto più vicino alla riva del mare.

Una vera devastazione di opere a difesa e di pregio della località che, a gioco lungo, necessiteranno di interventi per il ripristino dei danni che tali disdicevoli comportamenti provocano. Ogni persona dotata di un minimo di senso civico rimane inorridita davanti a tanto scempio e alla insensibilità di chi è deputato a far rispettare le regole. Due pesi due misure? Assolutamente Sì. L'affannosa ricerca del motorino in divieto di sosta negli stradelli retrodunali di Marina e Punta e la tolleranza o indifferenza nei confronti di comportamenti disdicevoli a Lido di Dante. Sindaco, svegliati, esci dal torpore, la situazione è stata oggetto di un accorato appello da parte di un cittadino nel corso dell'assemblea del 7 giugno scorso.

Domenica 8 giugno, la situazione è quella che si vede nelle foto e siamo solo ad inizio della stagione balneare. Le responsabilità non sono tutte addebitabili ai pochi, per fortuna, che vilipendono l'ambiente, ma anche di chi, che per dovere del proprio ufficio è deputato a far rispettare gli ordinamenti, consente tutto ciò. E, soprattutto, dell'amministrazione comunale che ancora non affronta il tema della mancanza di parcheggi a Lido di Dante. Nel frattempo per porre un freno alla presenza di auto sull'argine, sia ripristinata urgentemente la sbarra di accesso allo stesso argine, all'inizio del parcheggio lato nord della località, più volte segnalato dal locale comitato cittadino ma mai tenuto nella debita considerazione.

Pasquale Minichini
Capogruppo Lista per Ravenna
Consiglio territoriale del Mare

Torna su
RavennaToday è in caricamento