Tornano i provvedimenti antismog: limitazioni al traffico per i mezzi più inquinanti

La novità di quest'anno è l'eliminazione del blocco del giovedì a favore di una limitazione più strutturata dei mezzi più inquinanti

A Ravenna, così come in tutta la regione, entreranno in vigore da giovedì fino al 31 marzo, le misure di limitazione alla circolazione stradale previste dal primo "Piano aria integrato regionale" (Pair). La novità di quest'anno è l'eliminazione del blocco del giovedì a favore di una limitazione più strutturata dei mezzi più inquinanti. Il Comune di Ravenna ha recepito il provvedimento regionale in una ordinanza emanata, che prevede il divieto di transito da giovedì al 31 marzo (eccetto i giorni festivi), dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18:30 e in occasione delle “Domeniche Ecologiche” (4 ottobre, 15 novembre, 10 gennaio, 7 febbraio e 6 marzo).

Veicoli interessati - Le limitazioni riguardano i veicoli a benzina precedenti all’Euro 2; diesel precedenti all’Euro 4; diesel di tipo M2, M3, N2 o N3 precedenti all’Euro 4; diesel di tipo N1 precedenti all’Euro 3;  ciclomotori e ai motocicli precedenti alla normativa Euro 1. Potranno invece circolare liberamente i seguenti veicoli: alimentati a gas metano o GPL; con almeno 3 persone a bordo (car pooling), con almeno 2 persone, se omologati a 2 posti; autoveicoli elettrici e ibridi; ciclomotori e motocicli elettrici; autoveicoli per trasporti specifici e per uso speciale, così come definiti dall’articolo 54 del codice della strada e altri veicoli ad uso speciale.

A questi si aggiungono, in deroga alle disposizioni regionali, le auto diesel M1 Euro 3 di cittadini residenti e/o domiciliati nell'area urbana sottoposta alle limitazioni (fino al 31 dicembre). Potranno circolare inoltre specifiche tipologie di mezzi elencati nell'ordinanza allegata prescritte dal Codice della strada), e altre categorie di persone, tra cui: turnisti e operatori in servizio di reperibilità muniti di certificazione del datore di lavoro; accompagnatori di alunni e studenti alle scuole muniti di attestato di frequenza o autocertificazione indicante l’orario di entrata e di uscita, per i 30 minuti prima e dopo tale orario; persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 14mila euro uro, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione.

Il perimetro - L'area cittadina in cui saranno in vigore i provvedimenti è delimitata dalle seguenti strade, non sottoposte alle limitazioni: Via Faentina (tratto Via G. Fuschini – Rotonda Spagna), Rotonda Spagna, Viale S. Allende, Rotonda Andorra, Viale G. Saragat, Rotonda Portogallo, Rotonda Olanda, Via Fiume Montone Abbandonato (tratto Rotonda Olanda – Via A. Missiroli), Via A. Missiroli, Viale V. Randi (tratto SS. 16 Adriatica – Via A. Missiroli), Rotonda Lussemburgo, Viale L. B. Alberti, Rotonda Croazia, Rotonda Slovenia, Viale G. Galilei (tratto Rotonda Slovenia - Rotonda Gran Bretagna), Rotonda Gran Bretagna, Viale Europa, Rotonda Germania, Rotonda Francia, Via Destra Canale Molinetto (tratto ingresso al parcheggio del Pala de André - Rotonda Francia), Rotonda Danimarca, Via Trieste (tratto ingresso al parcheggio del Pala de André – Rotonda Danimarca), Rotonda Finlandia, Via A. Monti, Rotonda Belgio, Via della Chimica, Rotonda Montecarlo, Viale E. Mattei, Rotonda dei Mosaicisti, Rotonda Svezia, Via Fosso Dimiglio, Via S. Alberto (tratto Linea ferroviaria Ravenna-Ferrara – Via Fosso Dimiglio), Via Naviglio, Via Rotta (tratto Linea ferroviaria Ravenna-Ferrara – Via Naviglio), Via Canalazzo (tratto Linea ferroviaria Ravenna-Bologna - Via Naviglio), Rotonda Polonia, Via G. Fuschini e Rotonda Malta.

Altre azioni previste dal Pair - Oltre alle limitazioni settimanali, il Pair prevede la possibilità di estendere progressivamente l'area oggetto di limitazione alla circolazione, che attualmente deve coprire almeno il 30% del centro abitato, escludendo comunque le zone non adeguatamente servite dal trasporto pubblico. Continueranno le misure emergenziali già adottate negli anni precedenti dai Comuni in base all'Accordo di programma, in caso di superamento prolungato del valore limite giornaliero di Pm10 rilevato dalle stazioni della rete regionale di monitoraggio dell’aria. In caso di sforamento per 7 giorni consecutivi dei valori limite di Pm10, è previsto un giorno aggiuntivo di limitazione della circolazione nel territorio interessato, con estensione all'intero territorio regionale nel caso di prolungamento degli sforamenti per ulteriori 7 giorni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in azienda: precipita dal tetto e muore dopo un volo di otto metri

  • Si allena con la bici per l'Ironman, ma in autostrada: caos sull'A14

  • Camion resta bloccato sul ponte: "Pericolosissimo, si aspetta che crolli?"

  • Scoppia un incendio nell'azienda di pallet: alta colonna di fumo nero in cielo

  • Escort e over 45, trasgressione senza età: il lato piccante di Ravenna

  • Sbanda con l'auto e finisce contro la colonnina del metano: Vigili del fuoco al lavoro

Torna su
RavennaToday è in caricamento