Lo sportello per l'amministrazione di sostegno cambia orari

Sono oltre tremila i cittadini e le cittadine ravennati a essere tutelati da un amministratore di sostegno

A distanza di un anno dall'inaugurazione dello sportello di promozione e informazione sull’amministrazione di sostegno, in via Berlinguer 7, verrà ampliato l'orario di apertura. Oltre cento persone in un anno si sono rivolte a questo servizio nato per iniziativa del Servizio sociale associato dei Comuni di Ravenna, Cervia e Russi con la collaborazione del Tribunale di Ravenna. Lo sportello da martedì 19 giugno rimarrà aperto il martedì e il venerdì dalle 10 alle 13, il martedì e il giovedì dalle 15.30 alle 17.30 ed il sabato dalle 9.30 alle 11.30 (telefono 0544482489, mail sportelloads@comune.ra.it). La consulenza potrà essere fornita anche in altri giorni o orari su appuntamento.

In aggiunta agli istituti di tutela e curatela, già previsti dal codice civile per i casi di abituale infermità di mente, la figura dell’amministratore di sostegno (disciplinata dalla legge statale 6 del 2004 e dalla legge regionale 11 del 2009) si pone come strumento di aiuto e protezione per le persone che, per effetto di una infermità o di una menomazione fisica o psichica, si trovano nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi: dal semplice pagamento di una bolletta alla compravendita di un immobile, solo per fare qualche esempio. L’amministrazione di sostegno è in capo al giudice tutelare: l’amministratore designato riferisce a questa autorità per tutte le azioni svolte o da compiere, il tutto in accordo con la persona amministrata. L’amministrazione può ricadere su un parente, ma anche su di una persona esterna, a discrezione del giudice. Sono oltre tremila i cittadini e le cittadine ravennati a essere tutelati da un amministratore di sostegno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo pensato di istituire questo sportello – dichiara l’assessora ai servizi sociali Valentina Morigi – quale strumento di welfare partecipato. L’attività di sportello, affidata a volontari, rappresenta una scelta di coinvolgimento di cittadini per la condivisione responsabile del bene comune. Lo sportello fornisce le prime informazioni sull’istituto e sulle prassi da seguire per curare l’istanza al Tribunale, nonché orientamenti su ogni specifico caso. Si tratta di un accesso informale e riservato, in cui la persona interessata, un suo parente o anche un semplice conoscente può informarsi sulla natura dell’istituto e sulle pratiche burocratiche necessarie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Perde il controllo della moto e cade nel fosso: interviene l'elicottero

Torna su
RavennaToday è in caricamento