Milano Marittima si piega ma non si spezza: dopo la conta dei danni si riparte

E' impressionante l'immagine aerea della scia di devastazione sulla fascia di Milano Marittima, attraversata mercoledì dalla tromba d'aria

Immagine dalla pagina Facebook del Comune di Cervia da Emilia Romagna Meteo

E' impressionante l'immagine aerea della scia di devastazione sulla fascia di Milano Marittima, attraversata mercoledì dalla tromba d'aria. "I danni sono ingenti - spiegano dall'amministrazione comunale - ma la forza di tutti ha permesso l'impossibile e già mercoledì sera si è tornati alla normalità. C'è ancora tanto da fare... e lo faremo! Un piccolo resoconto di quanto accaduto: circa 600 piante cadute e da abbattere nei viali di Milano Marittima, 500 al parco naturale, 1.000 in pineta, 110 in aree private; 5 stabilimenti balneari danneggiati, dal 301 al 306; danni ai manufatti del Circolo tennis e del Parco Naturale; 10 edifici privati danneggiati; dalla I alla IX traversa mancato funzionamento dell'illuminazione pubblica presumibilmente per 3 giorni; nessun problema ad acqua e gas; viabilità principale completamente ripristinata, le traverse entro qualche giorno; ferrovia già in funzione; come danni stimati, parte pubblica 2 milioni di euro fra verde, infrastrutture ed edifici; una signora ferita ma fuori pericolo ora all'ospedale di Cesena; 7 persone evacuate collocate in albergo".

E dopo neanche 24 ore dalla tromba d'aria, dal Comune di Cervia arriva una "carica di positività": "E' con piacere e orgoglio che possiamo dire il nostro consueto... Buongiorno Cervia! Un buongiorno baciato dai raggi del sole di tutti coloro che mercoledì ci hanno aiutato a tornare alla normalità a tempo record e che ancora lavoreranno in questi giorni! Siamo in piena stagione turistica e nonostante tutti gli stabilimenti balneari aperti da gestire, l'impegno della Cooperativa Bagnini spiagge di Cervia e dei "colleghi" dei bagni non colpiti è stato massimo e ammirevole. Ancora una volta grazie".

“Strade riaperte e pulite, stabilimenti balneari in piena funzione, attività economiche e strutture ricettive pronte a continuare regolarmente la propria attività. A chi accenna a disdette per alberghi e vacanze, dico di fare esattamente il contrario: venite qui a vivere l’esperienza di ospitalità di questa terra, soprattutto dopo la dimostrazione di grande forza e unità di queste ore”. Anche l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, sottolinea lo sforzo che è stato fatto a Milano Marittima e Cervia per tornare alla normalità in pochissimo tempo. “La violentissima tromba d’aria - prosegue Corsini - sembrava aver demolito una delle eccellenze turistiche del nostro Paese. Situazioni in cui possono prevalere sgomento, rabbia, rassegnazione. E invece in meno di 48 ore questo gioiello chiamato Milano Marittima torna subito a splendere. Istituzioni, Forze dell’ordine, Protezione civile, volontari, cittadini e operatori economici hanno reagito, insieme alla solidarietà degli stessi turisti: poche lamentele e via al lavoro, immediatamente, per ripulire strade, coordinare gli interventi, attivare tutto l’imponente ed efficiente sistema di Protezione civile, vanto di questa terra. Ed ecco servito quello che solo a chi non abita in questa regione, in Emilia-Romagna, potrebbe sembrare un miracolo. Come ha detto il presidente Bonaccini nel sopralluogo di mercoledì, la Regione c’è e farà la sua parte, chiedendo lo stato d’emergenza nazionale per risarcire i danni pubblici e quelli a privati, stanziando i fondi per i primi interventi urgenti e intervenendo con fondi propri là dove a cittadini e imprese non verrà garantita la copertura nazionale”.

Nel frattempo, con un’interrogazione, è Manuela Rontini del Partito democratico a sollecitare l’intervento diretto dell’esecutivo regionale e del governo nazionale per sostenere, con adeguate risorse, gli operatori economici colpiti. “Le attività commerciali (stabilimenti balneari, ristoranti, alberghi e negozi) - rimarca la consigliera - sono in ginocchio nel pieno dell’estate, chiamate a rimediare celermente ai danni per non mandare in fumo i guadagni di una stagione. Le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, il dipartimento di protezione civile e gli operatori comunali sono in queste ore già al lavoro per tentare di rimediare in fretta a una situazione che resta comunque molto difficile”. Stessa cosa chiedono, con una risoluzione depositata giovedì, i consiglieri di Fratelli d'Italia Michele facci, Giancarlo Tagliaferri e Fabio Callori: "Le attrezzature di diversi stabilimentti sono state divelte creando gravi danni agli esercizi balneari. Proprio per il loro ripristino, e per quello delle abitazioni, chiediamo di emanare un provvedimento che dia un adeguato sostegno economico". "Esprimiamo soddisfazione per l’accoglimento dell’ordine del giorno di Fratelli d’Italia che impegna il Governo a sostenere i cittadini e gli operatori del turismo colpiti dal maltempo sul litorale di Cervia e di Milano Marittima - aggiunge sempre da Fratelli d'Italia Alberto Ferrero - È quanto mai urgente infatti, data la gravità dei danni e la stagione estiva ormai avviata, dare un forte segnale di supporto economico all’intera zona messa in ginocchio dai recenti fenomeni meteorologici, anche alla luce dell’interruzione del traffico ferroviario sulla tratta Ravenna-Rimini e dei notevoli ritardi su quella Bologna-Ravenna. Fratelli d’Italia, esprimendo la massima solidarietà ai cittadini e agli operatori colpiti da questa emergenza, vigilerà affinché il governo tenga fede all’impegno e lo faccia in tempi brevi".

"La città di Cervia si è dimostrata forte e reattiva - commenta il presidente di Federalberghi Ascom Cervia Maurizio Zoli - Subito oltre 150 persone (tra volontari, forze dell’ordine, vigili del fuoco e polizia) si sono adoperate con grande impegno per rimettere tutto in ordine compiendo un vero e proprio miracolo. Un grande miracolo compiuto anche dagli imprenditori direttamente coinvolti dal passaggio della tromba marina e da quelli che hanno mandato rinforzi per aiutare chi aveva bisogno. La località ha saputo reagire e in poche ore tutto è tornato alla normalità. Già da questa mattina i turisti passeggiano e prendono il sole nella nostra amata spiaggia, i bambini corrono e giocano con la sabbia, i bagnini di salvataggio vigilano sui numerosi turisti che si rinfrescano facendo un bagno. Tutto prosegue e continua all’insegna della stagione balneare di sempre. È importante ribadire che le strutture ricettive sono completamente operative, pronte ad accogliere i turisti e a confermare le prenotazioni già avvenute. Ringrazio le forze dell’ordine, l’amministrazione comunale, i volontari e tutti coloro che in queste ore si sono impegnati per riportare tutto alla normalità. Queste ore hanno dimostratore la tempra romagnola fatta di solidarietà, sorrisi, accoglienza e amore per la propria località. I nostri clienti sono già in spiaggia per godere di questa meravigliosa giornata di luglio e aspettiamo tutti coloro che vorranno passare i prossimi mesi estivi da noi".

"Vorrei esprime un grande sentito vero ringraziamento per la grande disponibilità e forza di volontà delle istituzioni, delle forze dell’ordine, cittadini, operatori, volontari e turisti, grazie ai quali la situazione della nostra città è tornata, alla normalità - si unisce ai ringraziamenti il presidente del consiglio comunale di Cervia Gianni Grandu - La cosa più importante è che non ci sono state persone coinvolte, tranne una signora, che pare sia in buone condizioni. Un plauso a tutta l’amministrazione del Comune di Cervia, al nostro sindaco Massimo Medri per la messa in moto della macchina emergenziale predisposta per la protezione civile, già organizzata per questi eventi, che ci ha consentito rapidità e tempestività in un evento davvero imprevedibile. Importante la vicinanza immediata e la disponibilità della regione Emilia Romagna con il suo presidente e assessore alla protezione civile che hanno presenziato anche alla conferenza e ribadito, davanti a una platea qualificata, che ci sarà il pieno sostegno con la richiesta allo stato per il riconoscimento della calamità naturale e farà la sua parte anche per il privato. Per questo motivo troverete sul sito del comune di Cervia tutte le indicazioni per coloro che sono interessati, sul come procedere in attesa della definizione della procedura. La nostra città ha già affrontato tremende emergenze (2015, con la devastazione della pineta e vari allagamenti), ci siamo sempre rialzati subito e ora la pineta di Pinarella e Tagliata che era quasi distrutta, ma è sempre tornata a vivere e più bella di prima. Siamo già ritornati operativi con la città accogliente e bella come sempre pronta per accogliere i turisti e trasmettete quella serenità e ottimismo per continuare nell’interesse della collettività per il turismo e il bene dei cittadini e degli operatori Vorrei infine esprimere la vicinanza, e quella di tutto il consiglio comunale, ai cittadini e agli operatori economici che sono stati colpiti duramente da questa grave calamità. La Romagna e i romagnoli sono dei combattenti e hanno fatto di tutto per tornare il prima possibile alla normalità, dimostrando straordinaria dedizione e amore per questa terra; ma le imprese vanno sostenute ad affrontare questa situazione per tutelare i servizi ai turisti certo ma ancor più il lavoro delle famiglie che vivono di turismo".

"Come Cna esprimiamo un sentito ringraziamento a tutti i tecnici, agli Uffici comunali, ai Vigili del Fuoco, alle Forze dell’Ordine, ai volontari della Protezione civile che si sono prodigati con professionalità a risolvere l’emergenza in poche ore e rendere la nostra località di nuovo pronta a accogliere i turisti e far vivere l’estate - sottolinea Sauro Bernabei, presidente della Cna di Cervia - Nei prossimi giorni partono le iniziative organizzate dalla Cna presso gli stabilimenti balneari associati, nell’ambito del progetto “Star bene in Romagna”. La spiaggia diventa il palcoscenico per realizzare il connubio fra mare e entroterra dove gli artigiani possono contribuire con i propri prodotti a creare esperienze per i turisti, nell’ottica di un divertimento sano e della promozione della “destinazione Romagna”. Si potranno degustare i prodotti artigianali della tradizione dalle marmellate, al miele, dai formaggi freschi e stagionati agli insaccati, dalle birre artigianali ai dolci secchi della tradizione fino ad arrivare agli acerbi, i caratteristici biscotti al sale di Cervia che riproducono i cumuli di sale. Il tutto sarà allietato da laboratori, spettacoli di artisti di strada, musica".

Immagine dalla pagina Facebook del Comune di Cervia da Emilia Romagna Meteo

facebook_1562825222250-2

Potrebbe interessarti

  • Benefici ed effetti collaterali dello zenzero

  • Scuole medie: ecco l'elenco degli istituti secondari di I grado del comune di Ravenna

  • Biblioteche a Ravenna: elenco, contatti e informazioni

  • Come pulire il forno a microonde con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Estate maledetta sulle strade, nuova sciagura: centauro muore in uno scontro con un'auto

  • Ennesima sciagura sulle strade: spezzata un'altra giovane vita

  • Paura in spiaggia: uomo rischia di annegare mentre fa il bagno

  • Il primo tentativo era fallito, tenta di suicidarsi annegando: nuovo provvidenziale salvataggio

  • Scontro frontale tra auto: tre feriti, grave un trentenne

  • La vittoria sulla malattia, il cantante "Titta" annuncia: "Sono guarito"

Torna su
RavennaToday è in caricamento