L'orco in famiglia: maltratta la moglie e abusa sessualmente della figliastra minorenne

Secondo la denuncia, infatti, la ragazzina sarebbe finita preda delle attenzioni morbose dell'uomo durante le assenza della madre

Il pubblico ministero di Rimini Davide Ercolani, nella sua requisitoria, ha chiesto una condanna a 8 anni e 6 mesi nei confronti di un 50enne di nazionalità bulgara, residente a Ravenna, imputato per maltrattamenti nei confronti della moglie e di abusi sessuali nei confronti della figlia di lei, una ragazzina di 15 anni.

La vicenda è iniziata nel 2013 quando il rapporto con la connazionale era iniziato a naufragare a causa, secondo la deuncia, dei comportamenti sempre più violenti dell'uomo. Una escalation di violenze, sia fisiche che morali, alle quali la vittima sarebbe stata continuamente sottoposta. Dopo oltre un anno di agonia, la coppia si è separata e la moglie ha lasciato il proprio Paese per venire in Italia: ma non per questo i comportamenti del 50enne si sono modificati, tanto che, oltre a minacciare di morte la donna e a pedinarla sul luogo di lavoro per farle delle scenate davanti a tutti, avrebbe iniziato a prendere di mira anche la figlia di lei. Secondo la denuncia, infatti, la ragazzina sarebbe finita preda delle attenzioni morbose dell'uomo che, durante le assenza della madre di lei, avrebbe approfittato della 15enne costringendola a subìre dei rapporti sessuali orali.

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Omicidio stradale, fermata una ragazza accusata di aver lasciato morire un 25enne

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Accoltella a morte il socio al culmine di una furiosa lite

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Investito e lasciato morire: fissata l'autopsia, giovane accusata di omicidio stradale

Torna su
RavennaToday è in caricamento