Matteucci ricorda il comandante Bulow: "Uno dei figli migliori di Ravenna"

Il 15 settembre Matteucci alla Camera dei Deputati dove Boldrini sarà commemorato alla presenza delle più importanti cariche istituzionali dello Stato.

Il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, ricorda il centenario della nascita di Arrigo Boldrini. "Ravenna città partigiana della costituzione e del tricolore rende omaggio al comandante Bulow - esordisce il primo cittadino -. Arrigo Boldrini è stato uno dei figli migliori di Ravenna e del nostro Paese, uno dei principali protagonisti della Resistenza, un padre della nostra Costituzione. Senza il sacrificio e l'impegno di uomini come lui, l'Italia non sarebbe un paese democratico".

"Per me, che ho avuto la fortuna e il privilegio di conoscerlo e di essergli amico, è stato un esempio prezioso di coerenza, impegno civile e politico - chiosa il sindaco -. Dalla sua bellissima amicizia con Benigno Zaccagnini viene un prezioso insegnamento: si deve avere il coraggio di superare le proprie ideologie per trovare un terreno comune di ideali e di impegno che abbiano come obiettivo il bene della comunità. Bulow è una parte preziosa della nostra storia e in occasione del centenario della nascita gli sarà tributato un omaggio speciale".

Il 15 settembre Matteucci alla Camera dei Deputati dove Boldrini sarà commemorato alla presenza delle più importanti cariche istituzionali dello Stato. Il 9 ottobre sarò ricordato a Ravenna con un convegno all'Alighieri promosso dal Comune e dall'Istituto storico della Resistenza che vedrà illustri storici in veste di relatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento