2000 chilometri in bicicletta da Atene ad Alfonsine: "Ho sentito il richiamo di tornare a viaggiare"

Michelangelo Vignoli, che nella primavera del 2017 percorse quasi 2000 chilometri in sella alla sua bici dalla Spagna alla Romagna, ha deciso che è arrivato il momento di ripartire per una nuova avventura a due ruote

"Penso ogni giorno ai Pirenei, alle notti in tenda sotto le stelle, alle fatiche sulle lande spagnole, al freddo, ai sorrisi e agli incontri con le persone straordinarie che solo in un grande viaggio puoi trovare. Ci penso ogni giorno come se l’avessi vissuto il giorno prima, ma in realtà da quel viaggio in bicicletta Madrid-Alfonsine sono già passati due anni". E così Michelangelo Vignoli, che nella primavera del 2017 percorse quasi 2000 chilometri in sella alla sua bici dalla Spagna alla Romagna, ha deciso che è arrivato il momento di ripartire per una nuova avventura a due ruote.

"Riparto dalla culla della civiltà occidentale, dai luoghi in cui è nata più di 2000 anni fa la democrazia, da quel posto in cui la storia si fonde con i miti eroici più affascinanti: da Atene, in Grecia - racconta il 23enne di Alfonsine - Non sono mai stato da quelle parti e mi attira molto la zona dei Balcani, hanno un loro fascino molto misterioso, anche se non so praticamente nulla dei paesi che attraverserò. Poi da grande appassionato di filosofia poter vedere dal vivo l'Acropoli di Atene e le meraviglie della città credo sia una cosa molto interessante".

Michelangelo riesce a coniugare la vita politica - è segretario provinciale dei Giovani democratici di Ravenna e presidente del consiglio di zona della Bassa Romagna - con la passione per la bicicletta e per i viaggi in giro per il mondo. Lunedì 22 aprile imbarcherà la bicicletta e l’attrezzatura su aereo in partenza da Bologna, arriverà ad Atene e da lì si addentrerà nel profondo della Grecia. "Riparto da solo, con la mia bicicletta, con la mia tenda, senza un allenamento particolare a causa del poco tempo che ho avuto a disposizione, ma con tanta tanta voglia di scoprire una fetta di mondo per me inesplorata - spiega il giovane - Non sono molto organizzato: come ogni volta ho prenotato il biglietto aereo all'ultimo minuto e fino a due settimane fa questo viaggio non era neanche ancora in programma. Sto ancora delineando il percorso, credo che mi muoverò verso Patrasso e da lì verso il confine con l'Albania cercando di congiungermi il più possibile con la costa, punto ad arrivare verso Valona e Durazzo e da lì risalire passando per la costa dal Montenegro, la Bosnia, la Croazia, la Slovenia e arrivare a Trieste e seguire la statale Romea fino a casa, dopo un viaggio di circa 2000 chilometri. Come sempre ci saranno chiaramente tante variabili, in primis il meteo. Non mi sono dato una tempistica, so che dovrò fare molto in fretta per via degli impegni, penso di stare entro una ventina di giorni approssimativamente. Porterò dei borsoni che attaccherò alla bici con vestiti e tutto l'occorrente, una tenda e un materassino per dormire".

Quella del 23enne è una vera e propria passione: "Dall'ultimo viaggio Madrid-Alfonsine non c'è stato un solo giorno in cui non abbia ripensato a quello e a tutti gli altri viaggi che ho fatto: è una sorta di richiamo che ogni tanto sento di dover soddisfare, è una sorta di evasione dagli impegni per cercare di prendermi un momento per me in solitudine. Viaggiare da soli è una cosa voluta, perchè stando sempre a contatto con le persone ho bisogno di fare qualcosa senza sentirmi condizionato da altri o anche solo dalle mie abitudini. Sarà un viaggio un po' più lungo, attraverserò una zona dal punto di vista culturale un po' più complessa: è un mondo da prendere più con le pinze quello dei Balcani, ma non ho particolari ansie. Ho molta esperienza e spero vada tutto bene. L'obiettivo è sempre quello di sensibilizzare le persone all'uso della bicicletta e alla volontà di finanziare la mobilità ecosostenibile e la costruzione di nuove piste ciclabili: quello ambientale è un tema molto sentito oggi dalla mia generazione".

Come sempre, Michelangelo documenterà su Facebook e Instagram il suo viaggio con foto e racconti: "Ringrazio la Società Ciclistica Alfonsine che mi ha fornito la divisa che sono tanto orgoglioso di indossare, la Somec di Sant’Agata sul Santerno che sta sistemando la mia bicicletta e tutti quelli che mi terranno compagnia leggendo le mie storie".

WhatsApp Image 2019-04-16 at 14.44.54-2

Potrebbe interessarti

  • Benefici ed effetti collaterali dello zenzero

  • Sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Ecco come fare

  • Biblioteche a Ravenna: elenco, contatti e informazioni

  • Come pulire il forno a microonde con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Estate maledetta sulle strade, nuova sciagura: centauro muore in uno scontro con un'auto

  • Forte temporale a Cervia: strade e sottopassi allagati e alberi crollati

  • Ennesima sciagura sulle strade: spezzata un'altra giovane vita

  • Paura in spiaggia: uomo rischia di annegare mentre fa il bagno

  • Schiacciata sotto un albero nella tempesta: amputata la gamba, donna resta in coma

  • Il primo tentativo era fallito, tenta di suicidarsi annegando: nuovo provvidenziale salvataggio

Torna su
RavennaToday è in caricamento