Minacce di morte su Facebook al figlio del ministro Poletti, i carabinieri denunciano uno degli autori

La sua vita è diventata un inferno dopo le improvvide dichiarazioni del padre, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, sui giovani italiani costretti a cercare lavoro all'estero

La sua vita è diventata un inferno dopo le improvvide dichiarazioni del padre, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, sui giovani italiani costretti a cercare lavoro all'estero. Poletti, il 19 dicembre scorso, come si ricorderà, se ne uscì sostenendo che “alcuni giovani andati all'estero era meglio non averli tra i piedi in Italia”. Una frase che poi subito smorzò, finendo per scusarsi del tutto anche nelle sedi istituzionali. Ma l'inciampo politico del padre è diventato un vero e proprio calvario per il figlio, Manuel Poletti, direttore del settimanale “Setteserequi” di Faenza e Ravenna, oggetto di continue minacce, fino al recapito di alcuni proiettili alcuni giorni fa nella sede faentina del giornale da lui diretto.

La cooperativa che edita il giornale, infatti, riceve il sostegno di Stato all'editoria, per 182mila euro. E questo ha indignato molti, facendo passare Poletti figlio per un “raccomandato”, quando invece tale aiuto viene riconosciuto a decine e decine di testate giornalistiche. Se la frase del ministro ed anche il fatto se sia giusto o meno il finanziamento all'editoria da parte dello Stato possono essere oggetto di critica anche forte, inaccettabile è, invece, il diluvio di insulti e minacce piovuti sulla testa di Manuel Poletti, che con la sua famiglia vive a Cesena.

L'ESITO DELLE INDAGINI ==> continua

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Pauroso schianto in A14, due camion sventrati: e l'autostrada si trasforma in un campo minato

    • Cronaca

      Via vai di clienti, blitz dei Carabinieri: chiusa a Savio una casa a luci rosse

    • Cronaca

      Si ribalta col furgone, a bordo 8 bottiglie di birra vuote: "Statemi lontano o vi sparo in bocca"

    • Cronaca

      Passaggio a livello chiuso per venti minuti: code lunghe fino a 3 km, protestano tutti

    I più letti della settimana

    • Drammatico schianto prima contro la cuspide e poi contro un pullman: due morti

    • Muore sul colpo nello schianto contro un palo, forse per evitare un cane in strada

    • Passeggia col proprio cane, se lo vede sbranato e ucciso da un bull terrier

    • Dopo lo scontro auto finisce ruote all'aria e abbatte colonnina del gas: paura per madre e figlia

    • Si ribalta col furgone, a bordo 8 bottiglie di birra vuote: "Statemi lontano o vi sparo in bocca"

    • Via vai di clienti, blitz dei Carabinieri: chiusa a Savio una casa a luci rosse

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento