Missione completata: a sei mesi dalla tragedia la "Gokbel" riemerge dai fondali

Venerdì il relitto era stato ruotato e portato in linea di galleggiamento, mentre sabato pomeriggio la prua è finalmente riemersa: per questa fase è stato riempito lo scafo di aria

Missione compiuta: dopo oltre sei mesi la "Gokbel", il mercantile turco affondato il 28 dicembre scorso dopo la collisione con la Lady Aziza, è completamente in linea. Venerdì il relitto era stato ruotato e portato in linea di galleggiamento, mentre sabato pomeriggio la prua è finalmente riemersa: per questa fase è stato riempito lo scafo di aria. L'operazione di recupero è stata completata dalla società Smit Salvage, incaricata dall'armatore.

Nei prossimi giorni la "Gokbel" sarà trainata verso il cantiere per esser smantellata. Nella tragedia di fine dicembre, sulla quale sono in corso ancora le indagini della Procura di Ravenna, hanno perso la vita sei marinai turchi. In una domenica mattina condizionata dal maltempo, con nebbia, neve e mare molto mosso, il mercantile turco che stava entrando a Ravenna si scontrò con la Lady Aziza, battente bandiera delle Belize, a poche miglia dall'imboccatura del porto. L'equipaggio di quest'ultima, tutto siriano, venne tratto in salvo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale sull'Adriatica, un morto e due feriti gravi

  • Dramma sui binari: perde la vita travolta da un treno

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Strage familiare a Foggia, il terzo figlio lavora a Ravenna: "Erano sereni"

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

Torna su
RavennaToday è in caricamento