L'ultimo saluto a Mauro: fissata la data dei funerali

La salma dell'uomo si trova ora nella camera mortuaria di Alfonsine, dove amici e parenti dal pomeriggio potranno salutare per l'ultima volta il ciclista

Sono stati fissati per venerdì 20 alle 15 i funerali di Mauro Lanconelli, l'uomo che martedì pomeriggio è stato travolto da un'auto a Campiano mentre si stava allenando in sella alla sua bici da corsa a Castel Bolognese. La salma dell'uomo si trova ora nella camera mortuaria di Alfonsine, dove amici e parenti dal pomeriggio potranno salutare per l'ultima volta il ciclista. Dopo la funzione religiosa si proseguirà per il crematorio.

Il ricordo degli amici

Mauro era stato per 4 anni, fino al 2016, presidente regionale della Lega ciclismo Uisp, e oggi il mondo del ciclismo è in lutto. "Ci sono cose che fanno parte della vita di un ciclista, ma finire sotto un auto non dovrebbe mai essere una di queste - commenta tristemente Davide Ceccaroni, presidente della Lega Ciclismo Uisp - Questa volta il fato ha colpito uno del nostro staff ed è un colpo che fa male. Un volo sul cofano e Mauro è caduto a terra. A noi tutti ora resta il vuoto, il dolore, il triste attonito momento in cui non sai bene cosa dire. Possiamo solo ringraziarti, Mauro, per tutto il lavoro svolto, per l’impegno e la tua passione. Alla famiglia e agli amici il nostro cordoglio e il nostro caloroso abbraccio per la perdita. Sei partito per l’ultima salita e continuerai a pedalare lassù. A noi resta solo continuare il tuo impegno".

L'incidente

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, effettuata dagli agenti dell'ufficio infortunistica della Polizia Municipale dell'Unione della Romagna Faentina, la vittima stava percorrendo via Casolana quando, nel preparare una svolta a sinistra per via Giovannina, è stato tamponato da una "Fiat Panda" condotta da un 63enne di Fontanelice. L'automobilista avrebbe cercato disperatamente di evitare il ciclista, frenando bruscamente, ma l'ha colpito col lato del destro della vettura. Mauro, dopo aver sfondato il parabrezza, è rovinato sull'asfalto perdendo conoscenza. I sanitari del 118, che hanno operato con un'ambulanza e l'elimedica, hanno tentato di strappare alla morte l'uomo praticando a lungo il massaggio cardiaco, ma non c'è stato nulla da fare.

Il ricordo degli amici: "Continuerai a pedalare lassù"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Picco di enterococchi in mare: scatta il divieto di balneazione

  • Finge un problema all'auto e blocca le due presunte ladre d'appartamento

  • Tenta di colpire un motociclista ma il poliziotto si lancia nella sua auto dal finestrino: in manette

  • Precipita dal balcone di un hotel: ragazzino in ospedale in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento