Venditore abusivo in spiaggia, maxi multa anche per lo stabilimento balneare

Domenica pomeriggio le forze dell'ordine hanno staccato una maxi-multa in spiaggia relativamente a un caso di abusivismo commerciale

Una multa salatissima da "dividere" tra abusivo e stabilimento balneare. Domenica pomeriggio le forze dell'ordine hanno staccato una maxi-multa in spiaggia relativamente a un caso di abusivismo commerciale. Sotto a un gazebo di un noto stabilimento balneare di Marina di Ravenna, infatti, sarebbe stato trovato un 40enne senegalese residente nel modenese intento a vendere prodotti etnici di ogni tipo, senza essere in possesso dell'autorizzazione amministrativa. La merce, poggiata su di un tavolo che sarebbe stato messo a disposizione dai titolari dello stabilimento balneare, andava da quasi 100 capi d'abbigliamento, oltre 300 collanine, bracciali, borse, zaini in pelle, teli da mare, ceste in vimini e scatole d'incenso. All'abusivo e ai titolari è stata effetuata una multa da 5164 euro, che dovranno pagare metà ciascuno. Nello stesso bagno, inoltre, le forze dell'ordine hanno effettuato altre due multe: la prima, da 172 euro circa, a una dipendente trovata a tagliare verdura priva dell'apposita cuffietta; la seconda, da 308 euro, perchè non era esposta nello stabilimento l'autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande (regolarmente detenuta dai titolari).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento