Naufragio al porto di Rimini: la barca a vela era partita da Marina di Ravenna

Il bilancio provvisorio è di un morto e tre dispersi, mentre altre due persone sono state tratte in salvo

Era partita martedì dal porto di Marina di Ravenna la barca a vela che si è schiantata poche ore dopo nel porto di Rimini contro la diga foranea all'imboccatura del canale all'altezza del Rock Island. Il bilancio provvisorio è di un morto e tre dispersi, mentre altre due persone sono state tratte in salvo. La sciagura si è consumata verso le 16.45: stando ai primi riscontri, l'imbarcazione, registrata a Monfalcone (Gorizia) ha cercato di entrare nel porto ma, a causa del mare mosso e dei forti venti, è stata scaraventata contro gli scogli cappottando e con un profondo squarcio sulla fiancata

+++GUARDA IL VIDEO DEL NAUFRAGIO+++

Sul posto era presente un noto fotoreporter riminese che ha assistito alla scena: senza preoccuparsi della mareggiata, è corso sulla diga foranea per prestare i primi soccorsi e portare in salvo una delle persone a bordo. Nel frattempo è scattato l'allarme ed è partita la macchina dei soccorsi che ha fatto arrivare sul porto i mezzi del 118 (tre ambulanze e l'auto col medico a bordo), la motovedetta della Capitaneria di Porto ed i Vigili del Fuoco con i sommozzatori. E' stato richiesto l'intervento dell'elicottero del 115.

continua nella pagina successiva ====> I SOCCORSI

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti