Novità per la nuova piscina comunale: i consiglieri spiegano il progetto

I gruppi d'opposizione di Ravenna in Comune, Gruppo misto e la Pigna organizzeranno un secondo incontro per informare sulle novità e gli sviluppi

Lo avevano promesso durante il primo incontro con le società natatorie e i fruitori della piscina comunale e lo mantengono: a giorni i gruppi d'opposizione di Ravenna in Comune, Gruppo misto e la Pigna organizzeranno un secondo incontro per informare sulle novità e gli sviluppi riguardo la ristrutturazione, l’ampliamento e la riqualificazione dell’impianto natatorio ravennate.

"E' indispensabile che l’assessore ai lavori pubblici e allo sport Roberto Fagnani dia seguito alla proprie dichiarazioni e venga a riferire nel più breve tempo possibile in Consiglio Comunale per comunicare le scelte che la Giunta Comunale intende adottare per la piscina comunale - spiegano i consiglieri - Dopo i colpevoli ritardi di de Pascale legati all’approvazione del progetto di ristrutturazione della piscina comunale presentato da Arco Lavori, bocciato con inaudite proteste e con giudizi inappellabili dalle società natatorie ravennati e dalla Federazione Italiana Nuoto dell’Emilia Romagna, è indispensabile non commettere più errori e arrivare a una decisione precisa nel più breve tempo possibile. E’ quindi del tutto evidente che de Pascale debba coinvolgere da subito le società sportive natatorie ravennati e la Federazione Italiana Nuoto che, già dai primi giorni di marzo, gli ha espresso la disponibilità di inviare gratuitamente un proprio tecnico, in un gruppo di lavoro che segua passo dopo passo le soluzioni progettuali annunciate dal sindaco nei giorni scorsi. La stroncatura del Presidente della Federazione Italiana Nuoto dell’Emilia Romagna messa nero su bianco al sindaco de Pascale, relativa al progetto di Arco Lavori, non è infatti mai stata smentita dallo stesso in quanto agli atti non vi è alcuna comunicazione in tal senso. E’ indispensabile che la delibera di approvazione di de Pascale e della Giunta Comunale del progetto di finanza venga immediatamente, per autotutela, revocata e venga presentato un nuovo progetto di finanza da parte dell'amministrazione comunale stessa per la progettazione, esecuzione e gestione del nuovo impianto, il tutto nella massima trasparenza in accordo alle normative vigenti. E’ necessario infatti che, fin dalle prime fasi, il tutto sia elaborato con il supporto tecnico delle società natatorie e della Federazione Italiana Nuoto. Non c’è più tempo da perdere: occorre velocemente adottare la decisione migliore per la piscina comunale al fine di garantirle un futuro sicuro e per dotarla delle vasche omologabili per ospitare campionati nazionali e internazionali, compresi i meeting, capaci di favorire un turismo sportivo legato agli eventi di cui trarrà beneficio tutta la città di Ravenna".

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Accoltella a morte il socio al culmine di una furiosa lite

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Si schianta con la moto e muore in autostrada: chi era la vittima

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

Torna su
RavennaToday è in caricamento