Nuovi parcheggi 'Park&Ride' a Cervia: si lascia l'auto e ci si muove in bici

Cervia Parcheggi ha vinto il bando comunale che assegna in diritto di superficie, per 90 anni, tre aree per la realizzazione di posti auto pertinenziali agli edifici alberghieri

C’era anche il Consorzio Cervia Parcheggi – nella figura del presidente Mauro Modanesi – all’interno del tavolo cervese organizzato qualche giorno fa all’Ospitality Day di Rimini per la giornata dedicata all’ospitalità andata in scena al Palacongressi. La “delegazione”, composta da diversi operatori turistici della località (fra gli altri Cervia Turismo, Federalberghi con il presidente Gianni Casadei, gli albergatori Tiziano Tampellini, Paola Batani, Andrea Astolfi, Mattia Bastoni), ha avuto modo di partecipare al dibattito sulla valorizzazione dell’impresa alberghiera e degli immobili ad uso turistico, che ha messo in luce il crescente interesse di grandi gruppi e brand internazionali per l’ospitalità d’alta fascia e nelle città di grande vocazione turistica, come appunto Cervia.

Il consorzio Cervia Parcheggi (composto da 12 imprenditori turistici cervesi, che rappresentano l’80% del settore ricettivo dell’area territoriale adiacente al lungomare) da 15 anni ha come scopo l’aggregazione imprenditoriale finalizzata al miglioramento della qualità dei servizi turistici legati alla mobilità: un tema sempre più cruciale per il futuro del comparto anche nella nostra riviera. Lavorando in sinergia con l’Amministrazione Comunale, con i privati e con il privato sociale, Cervia Parcheggi punta ad una Green Mobility e ad un Green Tourism visti come basi per l’ulteriore crescita turistica della città, vocata ad un turismo sostenibile in un ambiente unico nel panorama italiano (mare, spiaggia, saline, pinete).

Nei mesi scorsi, Cervia Parcheggi ha vinto il bando comunale che assegna in diritto di superficie, per 90 anni, tre aree per la realizzazione di posti auto pertinenziali agli edifici alberghieri dei propri consorziati: e in questi giorni è in corso il completamento del procedimento con la sottoscrizione della convenzione, dopo di che potranno partire i lavori, che dovrebbero durare circa tre anni (se i tempi di sottoscrizione saranno rapidi, forse un primo parcheggio potrebbe essere disponibile già dalla prossima stagione turistica).

“I posti auto, complessivamente oltre cinquecento, sono appunto pertinenziali; cioè hanno anche lo scopo di valorizzare gli alberghi a cui sono destinati - spiega il presidente Modanesi - E’ uno dei primissimi casi in Romagna di parcheggi pertinenziali ad uso del recettivo turistico realizzati a seguito di un bando pubblico: aver vinto il bando è al tempo stesso una grande soddisfazione e una grande sfida, nella quale investiremo due milioni di euro, sicuri che si tratti di un’operazione fondamentale per creare valore aggiunto alle realtà ricettive che aderiranno. Oggi è sempre più forte l’esigenza di aumentare i servizi per i clienti degli hotel e per la città di Cervia: i parcheggi fanno parte di questa crescita qualitativa, finalizzata allo sviluppo della mobilità ecosostenibile “Park&Ride” e verranno dotati di servizi di bike ed e-bike. Inoltre, pensiamo di produrre in loco l'energia da fonti rinnovabili da pannelli fotovoltaici per essere autosufficienti e trasferirla alle auto in sosta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Incidente sulla statale Adriatica: camion esce di strada e si ribalta

  • "Ravenna finirà sott'acqua entro il 2100": e con lei Venezia e Ferrara

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

Torna su
RavennaToday è in caricamento