Un palazzo a tre piani di fianco all'ospedale con aule e laboratori: inaugura la facoltà di Medicina

Ormai non è più un'ipotesi: presto anche l'Università di Ravenna ospiterà una sede della facoltà di Medicina e Chirurgia, di cui è prevista l’attivazione nell'anno scolastico 2020-2021

Ormai non è più un'ipotesi: presto anche l'Università di Ravenna ospiterà una sede della facoltà di Medicina e Chirurgia. Si è svolta martedì, infatti, la visita ispettiva dell’Alma Mater all’ospedale Santa Maria delle Croci per valutare gli spazi in cui ospitare il nuovo corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, di cui è prevista l’attivazione nell'anno scolastico 2020-21.

In questa occasione la commissione dell’Università di Bologna, guidata dal prorettore alla Didattica Enrico Sangiorgi, ha visionato direttamente le dotazioni infrastrutturali e tecnologiche attualmente presenti e potenzialmente realizzabili. In particolare, è stato presentato il rendering relativo alla realizzazione nell’area ospedaliera attigua al Cmp della nuova palazzina di tre piani che accoglierà aule, laboratori didattici e di ricerca, spazi per i docenti e gli studenti per il nuovo corso di laurea. In attesa della realizzazione della palazzina, sono state in via temporanea rese disponibili dalle istituzioni del territorio coinvolte nel progetto alcune sedi del centro storico della città quali la sala Nullo Baldini del palazzo della Provincia, la sala Bandini della Cassa di Risparmio di Ravenna, la sala Severino Ragazzini del Centro dantesco dei Frati minori conventuali di Ravenna e alcune aule di Palazzo dei Congressi.

"Il rapporto fra Ausl Romagna e l’Università di Bologna – dichiara il sindaco Michele de Pascale – è un’occasione molto importante per entrambe le istituzioni. Il tema della formazione dei medici è all’ordine del giorno del dibattito nazionale, con una necessità impellente per il nostro Paese di mantenere il livello di qualità della formazione, aumentando nel contempo i numeri dei medici formati. In questa direzione Ausl Romagna deve affrontare tale riflessione in maniera coesa e in questo contesto, in un’ottica di collaborazione e sinergia tra tutti i territori e gli ospedali della Romagna, Ravenna ha l’ambizione di giocare un ruolo di primo piano".

"Accolgo con soddisfazione l’apprezzamento dimostrato dalla commissione di docenti durante la visita - ha sottolineato il presidente della Cassa di Ravenna Giuseppe Alfieri - La Fondazione ha sempre creduto nell’importanza di portare il corso di laurea in Medicina e Chirurgia a Ravenna e ora questo progetto comincia un iter che ritengo con grande fiducia possa in tempi brevi arrivare alla conclusione e portare alla città grande valore".

Erano presenti all'incontro per il Comune di Ravenna il sindaco Michele de Pascale e l’assessora all’Università Ouidad Bakkali; per la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna il presidente Giuseppe Alfieri; per Fondazione Flaminia il presidente Lanfranco Gualtieri e la vicepresidente Mirella Falconi; per l’Ausl Romagna Paolo Tarlazzi, direttore medico del presidio ospedaliero di Ravenna; per il Campus di Ravenna la presidente Elena Fabbri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

Torna su
RavennaToday è in caricamento