Massacrata a bastonate, sul frigo ci sarebbe la firma dell'omicida

Per il perito nominato dal tribunale di Ravenna, l'ex ufficiale del Ris Oscar Ghizzoni, le impronte sono state isolate correttamente

La firma dell'omicida di Giulia Ballestri, la 39enne assassinata il 16 settembre scorso a colpi di bastonate, potrebbe trovarsi sul frigorifero della villa di via Padre Genocchi dove la donna ha trovato la morte. L'impronta sul sangue trovata sarà comparata col calco della mano di Matteo Cagnoni, marito della vittima ed unico indagato per il delitto. La notizia è stata riportata dalle edizioni ravennati di mercoledì del "Corriere Romagna" e "Il Resto del Carlino".

Per il perito nominato dal tribunale di Ravenna, l’ex ufficiale del Ris Oscar Ghizzoni, le impronte sono state isolate correttamente. Una seconda impronta è stata stata trovata su una parete contro il quale l'omicida avrebbe scagliato la donna. E anche in questo caso il metodo con la quale è stata repertata l'impronta è stato reputato corretto. E secondo il perito potrà essere confrontata con la mano del dermatologo. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Re Giorgio non abdica: la 100 Km del Passatore per la 12esima volta consecutiva è sua

    • Sport

      OraSì, vigilia di Gara 1: "Sarà una montagna difficile da scalare"

    • Cronaca

      Punti nascita a Lugo e Faenza, l'Ausl: "I livelli di sicurezza sono garantiti"

    • Cronaca

      Drogato al volante rischia il frontale contro la Polizia: denunciato un 41enne

    I più letti della settimana

    • Dopo il tamponamento viene sbalzata nell'altra corsia e centrata in pieno: muore a 26 anni

    • Dramma sulla Circonvallazione di Faenza: un morto in un terribile frontale contro un camion

    • Faenza, tre nuovi autovelox: ecco dove sono stati installati

    • La bici si spezza nell'impatto: muore travolta da un'auto

    • "Lavoravo 70 ore a settimana a 5 euro l'ora, è lecito rifiutare lavori sottopagati"

    • Giorgia e Laura dicono "sì" davanti al sindaco: "Ora siamo una famiglia"

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento