Proteste per i pochi punti su una ferita, replica l'Ausl: "Il materiale per le suture non manca"

Il materiale per la sutura era presente in misura adeguata in ospedale: è quanto argomenta in una sua nota l'Ausl Romagna, che replica ad una cittadina cervese

Il materiale per la sutura era presente in misura adeguata in ospedale: è quanto argomenta in una sua nota l'Ausl Romagna, che replica ad una cittadina cervese che ha lamentato l'insufficienza di punti al momento di medicare una profonda ferita alla mano. Secondo la stessa cittadina sarebbe stato lo stesso medico ad indicare la necessità di ulteriori punti, tanto che poi poco dopo la ferita ha ripreso a sanguinare.

Diversa la versione ricostruita dall'Ausl Romagna sul caso denunciato dalla cittadina di Cervia. Innanzitutto arriva l'assicurazione che "vi fosse filo di sutura sufficiente all’interno della struttura", come invece sostiene la famiglia della paziente, che aveva raccolto informazioni dal personale sul posto. Inoltre "l’applicazione di tre punti sulla ferita lacerocontusa al palmo della mano della paziente è appropriata rispetto alla ferita stessa, come ribadito dal medico presente in turno che ha preso in carico la paziente". Inoltre si conferma che " le strutture vengono rifornite di quanto necessario allo svolgimento delle proprie funzioni secondo le richieste effettuate dal personale a ciò preposto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vale la pena precisare, infine - conclude l'Ausl - che la signora è entrata al punto di Pronto Intervento di Cervia alle ore 10:31 ed è stata dimessa alle ore 14, e che nelle tre ore e mezzo trascorse è stata presa in carico, sottoposta a radiografia della mano per assicurare l’assenza di corpi estranei all’interno della ferita e a pulitura chirurgica e sutura della ferita, quindi alla dimissione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Si cappotta in un campo col camion: portato a Bologna in elicottero, è gravissimo

  • Il cuore grande dei romagnoli: vacanze in campeggio gratis per medici e infermieri

  • Scompare da casa, vasta ricerca delle forze dell'ordine su tutto il territorio

  • Il Coronavirus si porta via un medico: "Una splendida persona sempre disponibile"

Torna su
RavennaToday è in caricamento