Panico in ospedale: minaccia il personale medico, poi aggredisce i Carabinieri

Le intemperanze dell'uomo sarebbero proseguite anche in aula dibattimentale e l’uomo è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio

Ancora una nottata di paura al Santa Maria delle Croci. I Carabinieri del Radiomobile di Cervia hanno arrestato in flagranza per i reati di violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio un 41enne cesenate già noto alle forze dell'ordine. Lunedì notte, intorno alle 5, una pattuglia è giunta in ospedale per trasportare un uomo che si era appena ferito in una rissa. Qui i militari avrebbero sorpreso il 41enne che, dopo avere inveito minaccioso contro il personale medico infermieristico in servizio al triage, avrebbe scavalcato il bancone entrando nel loro box e bloccandone le attività lavorative.

Gli uomini della gazzella sono intervenuti per fermare l’uomo che, tra l’incredulità dei presenti, avrebbe reagito oltraggiandoli, minacciandoli di morte e aggredendoli fisicamente, ma non causando fortunatamente feriti. L’arrestato, trascorsa la notte in camera di sicurezza, martedì mattina è comparso davanti al giudice ravennate che ha convalidato l’arresto e fissato l’udienza per il dibattimento. Le intemperanze del cesenate sarebbero proseguite anche in aula dibattimentale e l’uomo è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

Torna su
RavennaToday è in caricamento