Centro storico, 131 posti auto: ecco come sarà il parcheggio di via Guidarelli

Nel periodo di pubblicazione del progetto sono arrivate due osservazioni divise in dodici sottogruppi. La conferenza dei servizi ne ha accolti sei e respinti altrettanti. Il parcheggio proposto avrà 131 posti auto

Il consiglio comunale ha ratificato l’approvazione, da parte della Conferenza dei servizi, della variante urbanistica che consente la realizzazione di un parcheggio in struttura metallica prefabbricata modulare ad un piano in area di proprietà privata in via Guidarelli. Hanno votato a favore Pd, Pri, Sel e Idv. Si sono astenuti FI e Ncd. Hanno votato contro Movimento 5 Stelle, Lega Nord e Fds. La delibera è stata illustrata da Libero Asioli, assessore all’Urbanistica.

Asioli ha spiegato che la variante prevede anche l’approvazione del progetto definitivo, avvenuta in Conferenza dei servizi, e che il progetto è conforme al Piano strutturale comunale. La variante riguarda solo le modalità di attuazione del Pua (Piano urbanistico attuativo) relativo all’area nel quale sarà realizzato. Nel periodo di pubblicazione del progetto sono arrivate due osservazioni divise in dodici sottogruppi. La conferenza dei servizi ne ha accolti sei e respinti altrettanti. Il parcheggio proposto avrà 131 posti auto e sarà realizzato da Azimut.

Asioli ha sottolineato che la Conferenza dei servizi ha acquisito i pareri di tutti gli organi competenti, compreso quello della Soprintendenza: “Per quanto riguarda la salvaguardia dei reperti archeologici presenti nel sottosuolo, non è previsto nessun intervento che li possa intaccare. Con questo progetto, unitamente ad altri progetti di ampliamento di parcheggi, diamo una risposta concreta alla chiusura di piazza Kennedy dal punto di vista della realizzazione di parcheggi alternativi".

"Il centro storico non esaurisce con questo intervento le sue potenzialità per accogliere altri posti auto. Penso alla potenzialità per ampliare la possibilità di accogliere ulteriori auto, con interventi adeguati negli attuali parcheggi di fronte all'ex Macello, in via Beatrice Alighieri e in via Cura - ha concluso l'assessore -. Per il centro storico di Ravenna stiamo dando una risposta concreta al tema parcheggi, il tema vero è quello di mantenere viva la città, come è avvenuto ultimamente grazie anche alla preziosa esperienza messa in campo dal percorso di candidatura a Ravenna capitale europea della Cultura 2019”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Allarga la tua casa costruendo una veranda

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Macabro ritrovamento in spiaggia: una donna scopre un cadavere in decomposizione

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento