Parrucchieri, estetisti e imbianchini abusivi a domicilio: aumentano i controlli

Si tratta di professionisti che si recano al domicilio dei clienti per fornire servizi per i quali è stata disposta la chiusura

Nel territorio della Bassa Romagna, così come altrove, sono stati denunciati tentativi di abusivismo per aggirare le disposizioni normative in vigore. Nello specifico, si tratta di professionisti che si recano al domicilio dei clienti per fornire servizi per i quali è stata disposta la chiusura. I settori che maggiormente registrano situazioni di sofferenza, come evidenziano le associazioni di categoria, sono l’impiantistica elettrica e termoidraulica, gli edili, gli imbianchini, i giardinieri, i servizi alla persona (estetica e acconciature). La Polizia locale, con l'insorgere del fenomeno, ha pertanto attivato controlli appositi, per contrastare ogni forma di speculazione. L'azione è stata condivisa dal vicepresidente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna Daniele Bassi, delegato per la sicurezza e lo sviluppo economico, in concertazione con il direttore di Cna Nicola Iseppi e il segretario di Confartigianato Luciano Tarozzi.

"L’abusivismo è un fenomeno che crea gravi situazioni di squilibrio, penalizzando le imprese che mantengono un rapporto sano e corretto con la comunità in cui operano - dichiarano all'unisono l'Unione e le associazioni economiche - Contrastare l'abusivismo significa difendere i tanti professionisti che stanno rispettando le regole. Non possiamo permettere che qualcuno speculi in una situazione tanto grave. Chi svolge lavori in modo abusivo, oltre a mettere in pericolo la salute delle persone, pratica anche una concorrenza sleale, arrecando ulteriore danno economico in un contesto già di per sé sofferente. Per questo perseguiremo attenti controlli, applicando tutte le sanzioni previste".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Invitiamo i cittadini a segnalare eventuali casi di abusivismo - aggiungono il sindaco Bassi e i referenti Iseppi e Tarozzi - Molto spesso ci si limita a esternare le proprie considerazioni sui social, anche quando queste potrebbero essere costruttive per la comunità. Ebbene, di fronte a fenomeni di questo tipo, la cosa migliore per contrastarli è rivolgersi alle autorità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

Torna su
RavennaToday è in caricamento