Pedale Ravennate, Acsi ciclismo e bici protagonisti su Rai 3

Giusti ha ringraziato Camurri e gli autori della trasmissione per la sensibilità e l'attenzione dimostrate verso il mondo del ciclismo e della bicicletta in generale, autentico simbolo della Romagna

Nelle scorse settimane Ravenna è stata al centro di un servizio della trasmissione televisiva di Rai 3 “Provincia capitale": il 15 novembre una troupe si è recata nella nostra città per filmare le immagini che andranno in onda una delle prossime domeniche a partire dalle 10,30.

Eraldo Baldini in piazza San Francesco protagonista del programma Rai "Provincia Capitale"

Tra gli ospiti e i personaggi celebri della città che il programma condotto da Edoardo Camurri ha voluto omaggiare ci sono stati il Pedale Ravennate e l'Acsi ciclismo provinciale con il suo presidente Franco Giusti. Giusti è stato chiamato a testimoniare la grande passione che da sempre lega Ravenna alla bicicletta: assieme ad altri cicloturisti ha sfilato da via Diaz a piazza Einaudi con la due ruote a pedali e le storiche magliette bianche con banda giallorossa indossate a suo tempo da tanti assi del ciclismo come Vittorio Marcelli, campione del mondo dei dilettanti nel 1968. Davanti alle telecamere Giusti, 87 anni, ha raccontato che i suoi segreti per vivere bene e a lungo in Romagna sono la bici, appunto, e il ballo: “Faccio ancora 7-8000 chilometri l'anno e mi concedo qualche serata alla Ca' del liscio". Accanto a lui Davide Cassani, commissario tecnico della Nazionale professionisti di ciclismo, ha ricordato che questa terra vanta con orgoglio la più vecchia maglia rosa vivente, il solarolese Giuseppe ‘Pipaza' Minardi, e il più vecchio vincitore del Giro d'Italia, il leggendario Ercole Baldini, mentre il faentino Vito Ortelli, precedente detentore del primato di Minardi, se n'è andato da pochi mesi.

Giusti ha ringraziato Camurri e gli autori della trasmissione di Rai 3 per la sensibilità e l'attenzione dimostrate verso il mondo del ciclismo e della bicicletta in generale, autentico simbolo della Romagna: “Per fortuna che c'è qualcuno che ancora si ricorda di noi e delle nostre tradizioni - sorride l'ultimo dei ‘grandi vecchi' del Pedale Ravennate -. Da quando il Comune ci ha sfrattato dalla nostra sede di via Maggiore mi era venuto qualche dubbio. Poi le tante dimostrazioni di affetto e questo attestato che arriva da fuori città e da un mondo apparentemente distante dal nostro mi danno fiducia e mi fanno pensare che tutto quello che è stato fatto, tutto quello che il Pedale Ravennate ha rappresentato per Ravenna non è stato dimenticato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento