Per la Festa della liberazione gli alunni piantano le 'Rose per la pace'

L’iniziativa rientra in un più ampio progetto sul tema della pace dedicato alle scuole ed è nata su proposta degli alunni stessi

Gli alunni delle classi quinte della scuola primaria Berti di Bagnacavallo hanno partecipato, mercoledì 17 aprile, al momento conclusivo di un progetto dedicato alla memoria della seconda guerra mondiale nel nostro Paese. Presso il Giardino dei Semplici, coordinati dall’associazione WarTime Friends e accompagnati dalle insegnanti, ragazze e ragazzi hanno piantato alcune “Rose per la pace” supportati dai volontari di Cercare la Luna.

L’iniziativa rientra in un più ampio progetto sul tema della pace dedicato alle scuole ed è nata su proposta degli alunni stessi, che hanno deciso di ripristinare alcune delle ventiquattro rose donate nel 2006 dall’ex militare John Thurlby, cittadino onorario di Bagnacavallo residente a Stone, città inglese amica di Bagnacavallo. Assieme ad Alan Corlett Wood, Thurlby combatté nella nostra zona gli ultimi mesi della seconda guerra mondiale. Erano presenti all’iniziativa la presidente dell’associazione dei gemellaggi Amici di Neresheim Gabriella Foschini, il sindaco di Bagnacavallo e l’assessore alle Politiche educative.

Potrebbe interessarti

  • Benefici ed effetti collaterali dello zenzero

  • Scuole medie: ecco l'elenco degli istituti secondari di I grado del comune di Ravenna

  • Biblioteche a Ravenna: elenco, contatti e informazioni

  • Come pulire il forno a microonde con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Estate maledetta sulle strade, nuova sciagura: centauro muore in uno scontro con un'auto

  • Ennesima sciagura sulle strade: spezzata un'altra giovane vita

  • Paura in spiaggia: uomo rischia di annegare mentre fa il bagno

  • Il primo tentativo era fallito, tenta di suicidarsi annegando: nuovo provvidenziale salvataggio

  • Scontro frontale tra auto: tre feriti, grave un trentenne

  • La vittoria sulla malattia, il cantante "Titta" annuncia: "Sono guarito"

Torna su
RavennaToday è in caricamento