Persone in difficoltà, i volontari inaugurano un nuovo sportello sociale

Si tratta di uno sportello informativo e di sostegno alle persone in difficoltà gestito da Marcelo Nannini e molti altri volontari

Si chiama Marcelo Nannini, ma non sarà da solo. Lui e la sua squadra di volontari da anni collaborano per realizzare iniziative di sostegno tra vicini di casa, per curare gli spazi comuni e per orientare all’accesso ai servizi pubblici di Faenza. Da ora in poi il lavoro delle tante persone attive nel volontariato di quartiere troverà un suo spazio nel nuovo portierato sociale “Filadelfia” di via Corbari 60. Si tratta di uno sportello informativo e di sostegno alle persone in difficoltà gestito da Marcelo Nannini e molti altri volontari. Lo sportello verrà inaugurato ufficialmente giovedì 4 ottobre alle 17,30 a Faenza, con un piccolo brindisi di vicinato, per augurare a tutti i volontari un futuro pieno di attività e iniziative per coinvolgere sempre più persone, al fine di non lasciar solo nessun vicino in difficoltà. All’evento di inaugurazione saranno presenti l’assessore C. Gatta, il presidente di Asp Massimo Caroli, la mediatrice Acer E. Capellari e A. Caccìa di Villaggio Globale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Schianto all'incrocio tra un'auto e un bus con a bordo i passeggeri

  • Colpiti da un'auto mentre vanno in bici: due ciclisti in ospedale

  • Staff a contatto con un soggetto a rischio Coronavirus: il sushi chiude

  • Pulizie accurate e addio buffet: per hotel e camping "questo sarà un anno da dimenticare in fretta"

  • La dura scelta controcorrente del barista: "Il bar è la mia vita, ma riaprire vorrebbe dire fallire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento