"Pianificare per governare": il patto strategico dell'Unione della Bassa Romagna

Tra i temi su cui rilancia per il prossimo futuro il Presidente dell’Unione ci sono la tutela e promozione del territorio per una migliore e più efficace attrattività

Il Presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Davide Ranalli e il Direttore Generale dell’Unione Marco Mordenti sono intervenuti giovedì al seminario “Le Unioni di Comuni: insieme per lo sviluppo del territorio” organizzato dalla Regione e dall’Osservatorio delle Unioni a Bologna. Dopo l’introduzione del Direttore della Regione Francesco R. Frieri sono intervenuti Sabrina Ragone e Massimiliano Ghini dell’Università di Bologna sulla pianificazione e lo sviluppo dei territori. A seguire sono intervenute Elettra Malossi e Mara Valdinosi che hanno poi lasciato la parola ai rappresentanti dei territori e alle loro testimonianze. Dopo gli interventi di Uncem e Anci, l’Assessora Regionale Emma Petitti ha chiuso i lavori.

Il Presidente Ranalli ha presentato il percorso di pianificazione strategica della Bassa Romagna: "Le nuove linee di mandato dei prossimi 5 anni nascono proprio dai frutti del percorso strategico di sviluppo del territorio condiviso con le associazioni di categoria, i sindacati, gli ordini professionali, le scuole in questi anni". Tra i temi su cui rilancia per il prossimo futuro il Presidente dell’Unione ci sono la tutela e promozione del territorio per una migliore e più efficace attrattività sia dal punto di vista economico che sociale e ambientale, la semplificazione delle procedure e dei processi a favore del tessuto economico, la sicurezza del territorio per una sempre più elevata qualità della vita per chi decide di vivere, lavorare, investire in Bassa Romagna.

"La pianificazione del territorio è alla base di un buon governo, e non può non essere che condivisa con il tessuto economico, sociale e culturale di un territorio - chiude Ranalli ricordando che "alla programmazione vanno poi associati il monitoraggio e il controllo dei risultati, processi altrettanto importanti per amministrare al meglio le nostro comunità". Nella giornata, oltre ad approfondire il tema della riorganizzazione della governance territoriale con i protagonisti dei processi, sono stati anche presentati gli strumenti di supporto alle Unioni di Comuni, come il Bando Studi fattibilità 2019 e il Bando della Partecipazione 2019.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La macabra sfida del 'Samara Challenge' arriva in Romagna: "Gioco pericoloso"

  • Vanno dal meccanico dopo l'incidente e ne fanno un altro: curiosa "scia" di sinistri

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Elisa, Alessandra Amoroso, Guccini e Tiromancino: ospiti di lusso per "Imaginaction"

  • Agricoltori in ginocchio: "Crisi senza precedenti, le aziende gettano la spugna"

Torna su
RavennaToday è in caricamento