Pochi Vigili del fuoco a Ravenna: in arrivo più personale e nuovi mezzi

In seguito all’incendio sviluppatosi a fine gennaio in uno stabile di via Marzabotto, la Pigna ha scritto al Ministro dell’Interno per illustrare la situazione e per chiedere l’assegnazione di uomini e mezzi

In seguito all’incendio sviluppatosi a fine gennaio in uno stabile di via Marzabotto, proprio di fronte alla  Caserma dei Vigili del Fuoco, che aveva evidenziato la drammatica situazione di personale e mezzi del Comando ravennate, la Pigna ha scritto al Ministro dell’Interno Matteo Salvini per illustrare la situazione di Ravenna e per chiedere l’assegnazione di uomini e mezzi al fine di aumentare la sicurezza dei ravennati e della città. 

"Lunedì il Ministero dell’Interno mi ha comunicato che il Comando dei Vigili del Fuoco di Ravenna sarà assegnatario, entro il 2019, di nuovi mezzi di soccorso e di nuovo personale - spiega la capogruppo Veronica Verlicchi - In particolare a Ravenna sono state assegnate nuove autoscale e autopompe-serbatoio e personale aggiuntivo a partire da maggio 2019, così come previsto dall’ultima legge di bilancio. Le carenze di personale, soprattutto quelle relative ai tre capisquadra, essendone in organico 51 su 54, saranno colmate con la procedura di mobilità attualmente in chiusura.  Oggi il Comando di Ravenna prevede un organico di 128 unità con una presenza effettiva di 120 Vigili del Fuoco.   Per i capireparto la dotazione organica prevista é di 16 unità, ma le presenze effettive sono solo 11.   Sulle dotazioni operative degli specialisti, quali sommozzatori e nautici, si registra una carenza di 4 unità di Vigili sommozzatori e di 1 unità di capisquadra nautico. La dotazione in uso al comando di Ravenna é composta da 81 automezzi, 47 rimorchi e 43 natanti, con un’età media rispettivamente di 16, 21 e 19 anni. Per gli automezzi la media è comunque, anche se di poco, superiore alla media nazionale. Ciò significa che i precedenti governi nazionali non hanno minimamente investito nel rinnovo dei mezzi a disposizione dei Vigili del Fuoco. A Ravenna su 81 mezzi ne sono in efficienza solamente 60, mentre ben 21 sono in manutenzione".

"Ci si sarebbe aspettati che fosse il sindaco de Pascale a fare ciò che abbiamo fatto noi, ovvero appellarsi al Ministro degli Interni - prosegue la consigliera d'opposizione - Ci teniamo aa evidenziare che, così come per la richiesta di controlli sulla Moschea, anche per la richiesta di assegnare di più mezzi e personale al Comando dei Vigili del Fuoco di Ravenna il Ministero dell’Interno guidato da Matteo Salvini ha risposto in tempi brevissimi alle nostre istanze. Contrariamente a quanto fanno De Pascale e i suoi assessori che, noncuranti degli obblighi derivanti dal regolamento del Consiglio comunale di Ravenna, non rispondono, neppure dopo i solleciti, alle mie interrogazioni. Per non parlare dei tempi di risposta ai ravennati, alle imprese e alle associazioni. Ringraziamo il Ministro Salvini e il Ministero dell’Interno per l’attenzione e la disponibilità mostrata nel colmare le carenze di personale e di automezzi del Comando dei Vigili del Fuoco di Ravenna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

Torna su
RavennaToday è in caricamento