Università, premiate le migliori tesi di laurea di Ravenna

Dieci borse di studio da mille euro, più cinque menzioni speciali, e il nuovo premio 'Silvia Pasi' da duemila euro per la migliore tesi di laurea sull'arte bizantina. Sono i riconoscimenti attribuiti

Dieci borse di studio da mille euro, più cinque menzioni speciali, e il nuovo premio ‘Silvia Pasi’ da duemila euro per la migliore tesi di laurea sull’arte bizantina. Sono i riconoscimenti attribuiti in occasione della quarta edizione dei Premi Tesi di Laurea Università e Ravenna, evento per la premiazione delle migliori tesi di laurea del Campus di Ravenna che si è svolto questo pomeriggio a palazzo dei Congressi.

“Con questa iniziativa – ha spiegato il presidente di Fondazione Flaminia Lanfranco Gualtieri – intendiamo coltivare l’eccellenza universitaria ravennate. Siamo infatti convinti che investire sul talento dei giovani e sull’università significa incoraggiare quel fermento intellettuale e culturale che è prima condizione di sviluppo per ogni territorio. Noi ci auguriamo che il merito di questi giovani che oggi noi premiamo con questa iniziativa venga riconosciuto anche nella società e nel lavoro”.

La cerimonia di premiazione, organizzata da Fondazione Flaminia in collaborazione con il Comune di Ravenna, ha visto la partecipazione di due ospiti d’eccezione: Federico Marchetti, fondatore e Ceo di Yoox Group, e Antonio Patuelli, presidente Abi e del gruppo bancario Cassa di Risparmio di Ravenna.

“Non possono essere i soldi il principale driver per la realizzazione dei vostri progetti. Servono fatica e impegno, ma anche passione e voglia di divertirsi. E poi anche fortuna, ma quella che uno si va a cercare, non che aspetta sdraiato sul divano”. È questa la personale ricetta 'umana' per avere successo di Marchetti che l'imprenditore ravennate ha condiviso con gli studenti in occasione della cerimonia Premi Tesi di laurea.

“Poichè la libertà di ciascuno si basa sulla possibilità di scegliere fra più opzioni – ha sottolineato Antonio Patuelli - poter contare su una università come il Campus di Ravenna nella nostra città, di cui per di più è confermata la grande qualità, significa per voi ragazzi avere una chance indiscutibile. L'università per Ravenna è una grande opportunità, e per tutti voi un'occasione di spinta e propulsione verso orizzonti più ampi”.

I Premi per Tesi di Laurea Università e Ravenna sono stati conferiti a 10 studenti universitari: Maria Laura Corradetti e Antonino Vazzana per la sezione corrispondente ai corsi di laurea di Beni Culturali; Sara Capecci per la sezione Scienze ambientali e Biologia marina; Matteo Timoncini per la sezione Giurisprudenza in memoria Giovanni Strocchi; Silvia Truini per la sezione Cooperazione internazionale; Marco Mauri per la sezione Scienze e tecnologie per il restauro e la conservazione dei beni culturali (Score), Elisa Bezzi per la sezione Ingegneria, Yimegnushal Gbray Haile per la sezione Infermieristica in memoria di Giulio Bonaldo, Lara Muccioli per la sezione Logopedia, e Laura De Battisti vincitore del premio speciale Università e Ravenna in memoria di Mauro Dragoni. Le menzioni speciali, cinque riconoscimenti che è stato necessario conferire visto l’elevato livello degli elaborati, sono andate a Alan Mercuriali, Marco Capolupo, Francesca Migani, Marta Ciranda, Enrico Ferri, Monica Cibien.

Il Premio ‘Silvia Pasi’, istituito dalla Scuola di Lettere e Beni culturali, è stato attribuito a Teresa Falcone.

Il vicesindaco Giannatonio Mingozzi ha ribadito il sostegno offerto dalle aziende del territorio all'università: “Lavoriamo perchè università e mondo produttivo dialoghino. Oggi possiamo dire che l’università, con la sua presenza a Ravenna, è divenuta ormai un partner affidabile per le imprese del territorio che la riconoscono come una risorsa preziosa per la crescita. Le aziende, le realtà associative e bancarie del territorio che hanno finanziato le borse di studio dei Premi Tesi di Laurea – ha aggiunto - sono il segno di un territorio particolarmente sensibile e vicino all’università, che ha colto l’enorme potenziale che essa rappresenta”.

L’evento è stato possibile grazie al sostegno di Cooperativa Stabilimenti Balneari – Confesercenti, Fbs Spa, F.lli Righini srl, Banca d’Italia, Gruppo Setramar, Itway Spa, Rosetti Marino Spa, S.e.r.s. srl. e famiglia Bonaldo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

Torna su
RavennaToday è in caricamento