Prima rovina un'auto durante una manovra, poi investe il proprietario e scappa: il pirata è un nonnino di 86 anni

All’arrivo degli agenti, il conducente del veicolo responsabile si era allontanato dal luogo della lite che era degenerata e, in tale manovra, aveva anche investito volontariamente il danneggiato

Quella appena trascorsa è stata un’altra settimana di intenso lavoro da parte della Polizia Locale della Romagna Faentina, impegnata a tutto campo sul fronte dei controlli della sicurezza urbana e del contrasto del degrado urbano, con particolare attenzione anche al consumo di stupefacenti in vicinanza delle scuole secondarie e nei contesti urbani, ove si registra un maggiore degrado e, nella repressione di tutti quei fenomeni che generano allarme sociale nei cittadini manfredi.

In Piazza Oriani i vigili faentini sono intervenuti, al seguito di una lite tra cittadini per un veicolo danneggiato durante un errata manovra di parcheggio. All’arrivo degli agenti, il conducente del veicolo responsabile si era allontanato dal luogo della lite che era degenerata e, in tale manovra, aveva anche investito volontariamente il danneggiato che cercava di impedirgli di allontanarsi, essendosi rifiutato categoricamente  di fornire i propri dati alla controparte. Il responsabile della cosa, un faentino del 1933, è stato immediatamente rintracciato, identificato e denunciato al Tribunale di Ravenna, dagli agenti intervenuti, ai sensi dell'art 582 del codice penale, ovvero aver provocato lesioni volontarie ad un'altra persona. Nell'evento infatti, l'investito risulta aver riportato lesioni guaribili in 5 giorni. I fatti si sono svolti davanti a numerosi testimoni, rimasti sbalorditi dal comportamento dell'anziano faentino.

Gli altri interventi

Una pattuglia ha invece fermato una cittadina senegalese del 1996 che, in pieno centro, mentre conduceva un veicolo senza aver mai conseguito alcuna patente di guida. Si è preceduto pertanto all’immediato sequestro dell'auto e alla denuncia in stato di libertà della conducente, come previsto dalla normativa vigente, essendo la seconda volta che la stessa veniva sorpresa a condurre un autoveicolo senza alcun titolo. A un senegalese del 1960 sono invece stati sequestrati 150 vasi di terra cotta, per averli posti in vendita, in via Granarolo senza avere alcuna autorizzazione per il commercio. allo stesso sono state anche contestate le violazione amministrative previste per i commercianti abusivi. 

Droghe

E’ continuata anche in maniera costante l’attività di controllo e vigilanza per ostacolare e disincentivare la circolazione e l’uso degli stupefacenti all’interno delle scuole secondarie  tra gli studenti. Tale attività ha  portato a segnalare alla Autorità Amministrativa, due studenti sorpresi a fumare stupefacenti prima di entrare a lezione. In un caso, essendo lo studente minorenne si è provveduto al riaffidamento dello stesso ai genitori esercenti la patria potestà, convocati dopo aver accertato i fatti presso il comando di via Baliatico. Numerosi poi anche gli interventi per rilievi di sinistri stradali, che risultano essere già oltre i 350 complessivi dall’inizio dell’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

Torna su
RavennaToday è in caricamento