Progetto "Cervia+verde": cosa pensano i cittadini delle aree verdi della loro città

Sono state intervistate circa 500 persone, sia cittadini cervesi che turisti, ai quali è stato chiesto di compilare due questionari

Nella sala del Consiglio comunale di Cervia i ragazzi volontari del servizio civile hanno illustrato i risultati del progetto “Cervia+Verde: giovani per la promozione di una cultura ambientale”, alla presenza dell’Assessore Gianni Grandu, del Delegato al verde Riccardo Todoli e del Dirigente al verde pubblico Roberto Buonafede.

Il progetto, iniziato quasi un anno fa e ormai prossimo alla conclusione, ha coinvolto due volontari del Servizio Civile Nazionale nella promozione e valorizzazione del patrimonio ambientale di Cervia. Nel corso dell’anno, hanno svolto un’indagine sull’opinione pubblica e utilizzo delle aree verdi e del Parco Naturale, oltre a occuparsi della produzione e distribuzione di materiale informativo. Sono state intervistate circa 500 persone, sia cittadini cervesi che turisti, ai quali è stato chiesto di compilare due questionari. Una volta completata la raccolta dati, i volontari si sono impegnati nella stesura di due relazioni, presentate poi all’amministrazione.

I dati raccolti per la prima volta a Cervia in questo ambito denotano il forte interesse dell’utenza per tutte le attività e le iniziative legate all’ambiente e alla natura, indipendentemente dalla stagione in cui vengono offerte. Inoltre altissima è la percentuale di valutazioni positive, a dimostrazione dell’ottimo stato di salute delle aree verdi e della qualità nella loro gestione. Oltre alla raccolta dati, i questionari sono stati utilizzati per promuovere aree verdi meno conosciute, come ad esempio il Bosco del Duca d’Altemps. L’indagine ha sottolineato l’importanza delle aree verdi, non solo dal punto di vista turistico, in quanto capaci di valorizzare l’intero territorio cervese, ma anche sull’impatto che hanno sulla qualità della vita della cittadinanza. L’assessore Gianni Grandu e il delegato al vered Riccardo Todoli si sono congratulati coi due giovani volontari del Servizio Civile per l’impegno dimostrato nello svolgimento del loro progetto e hanno dichiarato che i dati raccolti saranno utilizzati in futuro come base per ulteriori indagini di approfondimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

Torna su
RavennaToday è in caricamento