Entra nella fase finale il progetto della scuola elementare di Conselice

Sul tavolo resta il tema della cantierizzazione del progetto e quindi la riorganizzazione delle attività didattiche che vede l'amministrazione impegnata su un tavolo tecnico e di ascolto dove sicuramente saranno coinvolte tutti i soggetti interessati

Con l'approvazione del progetto preliminare, nel consiglio comunale di giovedì scorso, accanto alle varianti al PSC, ed al Rue, accompagnate da una relazione geologica, la ristrutturazione ed ampliamento della scuola primaria di Conselice entra nella sua fase finale. Il progetto sviluppatosi nell'arco di un anno con la selezione pubblica per un'analisi di fattibilità affidato allo studio BC di Mantova, si è poi concretizzato in un percorso partecipato con la dirigenza scolastica, gli insegnanti ed alunni, oltre ai rappresentanti dei genitori eletti negli organismi scolastici. 

Questo percorso esauritosi nel febbraio scorso ha messo in evidenza le carenza funzionali dell'edificio ed ha portato ad individuare una serie di interventi utili alla qualità del progetto. Dopo di ché la conferenza di servizio con tutti gli enti interessati ha dato il proprio parere positivo e nei 60 giorni disponibili per le osservazioni dei cittadini, all'amministrazione comunale sono giunte solo le osservazioni del Comitato Progetto Scuola di Conselice che per buona parte non entrano nel merito del progetto presentato, ribadendo la necessità di andare verso una scuola completamente nuova. 

Sui punti più controversi interviene il vice sindaco Roberto Zamboni che nelle sue conclusioni in Consiglio ha ribadito "come sia prioritario per l'amministrazione comunale, dare la precedenza alla realizzazione di tutte le opere strutturali sul corpo di fabbrica storico, al fine di renderlo “adeguato” alla attuale normativa antisismica» e questo dopo un intervento del 2002/2003 di solo miglioramento sismico. Per questo l'amministrazione comunale considera «non corrispondente al vero affermare che i bambini non saranno in un luogo sicuro".

In merito all'ingiustificato consumo del territorio e del verde, sollevato dalle osservazioni del comitato, il vice sindaco ricorda come "l'aumento del volumi dell'edificio sia minimo, mentre per gli alberi abbattuti saranno reimpiantati". Sulla stessa linea è la razionalizzazione del spazi didattici dove il progetto della Giunta offre  spazi più che adeguati per la didattica, e si amplia con nuovi spazi per la mensa e le attività motorie sufficienti sia per i bisogni espressi dagli operatori scolastici sia per le attività serali. Sul tavolo resta il tema della cantierizzazione del progetto e quindi la riorganizzazione delle attività didattiche che vede l'amministrazione impegnata su un tavolo tecnico e di ascolto dove sicuramente saranno coinvolte tutti i soggetti interessati. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Minacce a Davide Fabbri, testa di maiale e frasi minacciose sulla sua auto

  • Cronaca

    Cucciolo morto assiderato, coppia denunciata. Trovata una fossa con cani seppelliti

  • Cronaca

    Albero pericolante sulla Ravegnana: strada chiusa per la rimozione, traffico rallentato

  • Cronaca

    La giustizia presenta il conto: corriere della droga torna in carcere

I più letti della settimana

  • Coltelli e bastoni in Pronto soccorso: terrore per il regolamento di conti. "Pensavamo a un attentato"

  • Notte di sangue sulla Romea: schianto fatale fra tre camion, due morti

  • Commando entra in una casa della campagna ravennate: legato e picchiato un uomo

  • La discussione sfocia in una lite sanguinosa: uomo sfregiato al volto con un coltello

  • La vicina lancia l'allarme, anziana trovata sul pavimento: muore in ospedale

  • Investito da un'auto mentre porta a spasso il cane: grave un giovane

Torna su
RavennaToday è in caricamento