Rubano in negozio e aggrediscono i commessi a colpi di catena: rapinatori in manette

I due commessi feriti, dopo l'aggressione, si sono recati al pronto soccorso dell’ospedale e sono stati dimessi con una prognosi rispettivamente di 5 e 30 giorni

Immagine di repertorio

Scene da panico all'interno del negozio. I Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Faenza hanno arrestato un 29enne residente a Casola Valsenio e un 35enne senza fissa dimora, entrambi marocchini, con l'accusa di rapina aggravata e lesioni personali aggravate.

I fatti risalgono a lunedì sera, quando la centrale operativa del 112 di Faenza ha ricevuto una telefonata da parte di un commesso del negozio "Il baule" di via Ravegnana, che chiedeva l’intervento di una pattuglia in quanto due stranieri che poco prima avevano rubato della merce stavano aggredendo due dipendenti. Una pattuglia del radiomobile si è recata immediatamente sul posto, riuscendo a bloccare i due che nel piazzale all’esterno del negozio stavano tentando di allontanarsi. I due magrebini si erano dati alla fuga dopo aver aggredito e ferito, colpendoli a calci e pugni, due dipendenti del negozio che avevano sorpreso i malfattori mentre, in un camerino di prova, stavano asportando dei capi di abbigliamento sottratti dal negozio dopo aver staccato le placche anti taccheggio, tentando di nasconderli dentro uno zaino. Durante la colluttazione i due malviventi sono riusciti a fuggire all’esterno del negozio, dove hanno arraffato una catena da bicicletta e, per evitare di essere bloccati, avrebbero colpito i due commessi che li stavano rincorrendo.

Accompagnati in caserma, al termine delle formalità di rito, i due sono stati arrestati per rapina aggravata e lesioni personali aggravate; inoltre il 35enne, che durante le operazioni di identificazione avrebbe anche fornito false generalità ai militari, è stato perseguito anche per falsa attestazione a pubblico ufficiale. Mercoledì mattina presso il Tribunale di Ravenna si è svolta l’udienza di convalida nella quale il giudice, su richiesta del pubblico ministero, ha applicato ai due arrestati la misura cautelare della custodia in carcere, dove rimarranno in attesa del processo. 

I due commessi feriti, dopo l'aggressione, si sono recati al pronto soccorso dell’ospedale di Faenza e, dopo le cure del caso, sono stati dimessi con una prognosi rispettivamente di 5 e 30 giorni. La refurtiva, consistente in capi di abigliamento per un totale di circa 70 euro, è stata restituita agli aventi diritto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento