"Amo chi legge" continua, l'assessore Bakkali: "Regalando libri si diventa azionisti di cultura"

"Voglio ringraziare tutte le persone che hanno aderito contribuendo ad ampliare il patrimonio librario destinato a bimbi e ragazzi della nostra città", afferma l’assessora Bakkali

A sei mesi dal via, il Sistema Bibliotecario Urbano Classense presenta il primo bilancio della campagna nazionale "Amo chi legge…e gli regalo un libro”, destinando alle scuole e alle biblioteche per ragazzi i libri ricevuti in dono dai cittadini. L’occasione è data dalla settimana dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza - dal 20 al 28 novembre – che vedrà lunedì 25 alle 17 nella biblioteca ragazzi di Casa Vignuzzi (via San Mama, 175 Ravenna), alla presenza dell'Assessore alla Cultura e Istruzione del Comune Ouidad Bakkali, e dell’Assessore alla Cultura della Provincia Paolo Valenti, la consegna dei 50 libri donati a tutt’oggi alle scuole che hanno manifestato interesse alla iniziativa: Garibaldi, R.Ricci, Montanari e S. Vincenzo.

Tra i titoli dei libri scelti dai donatori, in base alla lista depositata dalle stesse scuole nelle librerie aderenti - Dante, Liberamente Libri e La Libraffa – sono presenti: “La portinaia Apollonia”, “Il mistero del cioccolatino al curry”, “Un asino a strisce”, “Orrido Henry”, “Un ponte per Terabithia”, “Fantastic Mr Fox”, “L'albero di Anne”, “L'autobus di Rosa”, “L'isola di fuoco”. All’appuntamento è prevista la partecipazione di docenti, bambini e ragazzi con le loro famiglie che potranno anche ascoltare la narrazione di alcune storie dalla voce di  Alfonso Cuccurullo, formatore nazionale del Progetto Nati per Leggere.

“Voglio ringraziare tutte le persone che hanno aderito contribuendo ad ampliare il patrimonio librario destinato a bimbi e ragazzi della nostra città – afferma l’assessora Bakkali -. E colgo l’occasione per ribadire che questa campagna nazionale continua anche nei prossimi mesi: acquistando anche un solo libro ciascuno può diventare azionista di un bene prezioso come la crescita culturale della città e dei suoi cittadini. La scuola e le biblioteche non solo sono una risorsa insostituibile per un paese che vuole costruire una società più moderna, ma anche i principali nuclei, oltre alla famiglia, nei quali i giovani possono formarsi una propria identità umana e culturale. Ecco perché la campagna “Amo chi legge…e gli regalo un libro” diventa un’ulteriore opportunità di far capire a tutti che non può esserci futuro senza cultura”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La campagna “Amo chi legge ... e gli regalo un libro”, promossa da Aie (Associazione italiana editori) e sostenuta da Aib (Associazione italiana Biblioteche), attraverso la quale vengono invitati i cittadini ad acquistare testi selezionabili da una specifica lista di titoli per la fascia di età 0-14 anni, è ancora in corso nelle seguenti librerie: Libreria Dante, Liberamente Libri e La Libraffa, che hanno aderito all'iniziativa nazionale già dallo scorso anno, alle quali si aggiungono Libreria Coop, Libreria Feltrinelli e  Libreria Modernissima. L’iniziativa è a cura dell'U.O. Pubblica lettura dell'Istituzione Biblioteca Classense in collaborazione con il Servizio Biblioteche - Coordinamento Rete bibliotecaria della Provincia di Ravenna. Per informazioni natiperleggere@classense.ra.it; www.classense.ra.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento