"Ricostruire la serenità sconvolta": un incontro per parlare di disturbi post-traumatici da stress nei bambini

L'incontro è indirizzato a cittadini, operatori sociali, insegnanti e agli operatori del volontariato che operano nelle situazioni di emergenza e si terrà giovedì alle ore 20.30 nella Sala del Museo Malmerendi in via Medaglie d'Oro 51 a Faenza

In occasione della Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, la Cooperativa Sociale Zerocento ha scelto di contribuire economicamente al progetto “Ricostruire la Serenità Sconvolta” portato avanti da una rete di associazioni del comune di Finale Emilia. Il sisma del maggio 2012 che ha colpito le popolazioni emiliane ha lasciato “macerie” non solamente nelle case ma anche nelle menti e nei cuori delle persone.

Nei difficili mesi del post-terremoto una numerosa rete di tecnici e di volontari si è impegnata con professionalità e dedizione per difendere e affiancare i bambini e i ragazzi che hanno provato paura e visto la disperazione negli occhi dei propri cari. A un anno e mezzo di distanza, alcuni rappresentanti del progetto “Ricostruire la serenità sconvolta” racconteranno le risorse dei più piccoli e le possibilità di intervento da parte degli operatori sociali e dei genitori nelle situazioni di trauma. All’incontro saranno presenti Giulia Barbi, psicologa e referente del Gruppo Adolescenti del progetto e la dottoressa Bettina Barbieri, neuropsichiata infantile e coordinatrice del progetto.

Nel corso della serata si partirà dal racconto dell’esperienza sul campo per individuare le strategie di aiuto e di cooperazione di fronte ai possibili traumi infantili in queste situazioni limite. “Abbiamo voluto organizzare questo incontro per due motivi”, raccontano i referenti per l’evento della Zerocento. “Il primo è per raccontare ai nostri soci il risultato del contributo della cooperativa, dove sono andati e cosa hanno creato i loro soldi. Il secondo è per cogliere da questa drammatica esperienza anche un importante momento formativo: come operatori sociali sarà l’occasione per ragionare insieme sulle modalità migliori per affiancare i bambini in situazione di difficoltà estreme come quelle vissute in Emilia, dove anche le sicurezze più radicate sono state sconvolte.”

L’incontro è indirizzato a cittadini, operatori sociali, insegnanti e agli operatori del volontariato che operano nelle situazioni di emergenza e si terrà giovedì alle ore 20.30 nella Sala del Museo Malmerendi in via Medaglie d’Oro 51 a Faenza. L’iniziativa è stata promossa nell’ambito degli eventi della Cooperativa Sociale Zerocento in occasione del 20 Novembre, Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Fissata la riapertura del Mercato Coperto: ristoranti, bar e anche un supermercato

Torna su
RavennaToday è in caricamento