Rivoira, braccia incrociate al porto: dipendenti in sciopero

I sindacati Filctem Cgil e Femca Cisl: "Avere un numero di operatori in turno sufficiente deve essere una certezza e non può essere messa in discussione"

Uno sciopero di 80 ore: è quello proclamato da Filctem Cgil e Femca Cisl all'interno dello stabilimento di Rivoira, azienda che opera nel settore della produzione e distribuzione di gas industriali allo stato liquido e gassoso e nella costruzione di impianti in via Baiona. Lo sciopero avà luogo dalle 8 alle 17 il 27, 28 e 29 novembre per il personale giornaliero, mentre il personale turnista sciopererà a partire dalle 22 del 26 novembre fino alle 6 del 30 novembre otto ore per turno.

La vertenza è scattata dopo che l'azienda ha deciso di ridurre, dal 1 dicembre, da tre a due i componenti di ogni turno, cosa che - secondo i sindacati - rende insicuro lo stabilimenti e l'attività dei lavoratori. "Questa azione unilaterale – spiegano Cgil e Cisl – è una chiara vessazione nei confronti dei lavoratori turnisti di Ravenna, trattati come numeri senza alcun rispetto e, quindi, inaccettabile. Avere un numero di operatori in turno sufficiente deve essere una certezza e non può essere messa in discussione".

Ispettorato del lavoro, proclamato lo stato di agitazione: "Serve un segnale forte"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • Si allena con la bici per l'Ironman, ma in autostrada: caos sull'A14

  • Camion resta bloccato sul ponte: "Pericolosissimo, si aspetta che crolli?"

  • Finge un problema all'auto e blocca le due presunte ladre d'appartamento

  • Scoppia un incendio nell'azienda di pallet: alta colonna di fumo nero in cielo

  • Escort e over 45, trasgressione senza età: il lato piccante di Ravenna

Torna su
RavennaToday è in caricamento