Sciopero generale, è in arrivo un venerdì di disagi. L'Ausl: "Garantiti i servizi essenziali"

L'Ausl Romagna informa che la mobilitazione "coinvolge il personale appartenente a tutti i settori pubblici e privati"

E' in arrivo un venerdì di disagi. Le associazioni sindacali Cub, Sgv, Si Cobas e Usi-Cit, con l'adesione di Slai Cobas, hanno indetto uno sciopero generale: dalla scuola ai trasporti, i lavoratori sia pubblici che privati scenderanno in piazza per chiedere l'aumento dei salari e delle pensioni, la cancellazione del Jobs Act della legge Fornero, oltre che per la riduzione degli orari e dei carichi di lavoro.

L'Ausl Romagna informa che la mobilitazione "coinvolge il personale appartenente a tutti i settori pubblici e privati". Nella giornata dello sciopero, viene rimarcato, "saranno assicurati i servizi pubblici essenziali, nel rispetto della vigente normativa, attraverso l’individuazione dei contingenti minimi di personale a garanzia delle prestazioni indispensabili e non dilazionabili, equivalenti ai servizi minimi assicurati normalmente nei giorni festivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

Torna su
RavennaToday è in caricamento