"Senza sostegno a giovani e famiglie anche in agricoltura non c’è futuro"

Ghizzoni ha rivolto un pensiero particolare alle famiglie e ai più giovani, auspicando che “nel 2018 cresca l’attenzione verso le nuove generazioni e le giovani famiglie da parte delle istituzioni e delle forze economiche che operano nel territorio della Diocesi

 L’Arcivescovo della Diocesi di Ravenna-Cervia, Monsignor Lorenzo Ghizzoni, ha fatto visita a Coldiretti Ravenna per il tradizionale scambio di auguri natalizi. Ad accoglierlo il Direttore Walter Luchetta insieme al personale della Federazione. Nell’augurare buon Natale a tutta l’organizzazione agricola, Ghizzoni ha rivolto un pensiero particolare alle famiglie e ai più giovani, auspicando che “nel 2018 cresca l’attenzione verso le nuove generazioni e le giovani famiglie da parte delle istituzioni e delle forze economiche che operano nel territorio della Diocesi. "A tal fine - ha ricordato il monsignore - abbiamo posto in cima all’agenda delle priorità il tema del sostegno alle nascite e alle giovani coppie invitando il Comune di Ravenna e tutti gli attori economici cittadini a sedersi attorno a un tavolo per ragionare su mirati interventi di tipo sociale, fiscale e di welfare a favore degli under 35".

Un auspicio, quello dell’Arcivescovo, pienamente condiviso da Coldiretti che vede nei giovani, motore dell’innovazione agricola, la risorsa per assicurare sviluppo e futuro all’intero settore, nonché la linfa indispensabile per dare nuovo slancio anche all’azione di rappresentanza dell’Organizzazione stessa che può contare in provincia in più di 120 associati sotto i 30 anni e quasi 800 under 40. "L’agricoltura provinciale è viva e vegeta – afferma il direttore Luchetta – è il settore chiave per il rilancio dell’economia locale, dell’intero Paese e dell’Europa tutta (non è un caso che in Italia si trovi il maggior numero di giovani agricoltori dell’intera Unione Europea) e questo lo si deve proprio ai tanti ragazzi e ragazze che decidono di portare avanti l’attività di famiglia o di mettersi in gioco ‘tornando alla terra’. Un trend che Coldiretti fa di tutto per sostenere e consolidare e che è certificato anche dai dati della Camera di Commercio sulle nuove imprese giovanili aperte in provincia. Negli ultimi 12 mesi il loro numero ha subito una flessione di 173 unità pari al -6%. In un contesto così negativo, l’agricoltura, insieme a quello dei servizi all’impresa, è l’unico settore che cresce, totalizzando il saldo positivo più elevato pari al 7,2%". A conclusione dell’incontro augurale, Coldiretti Ravenna ha omaggiato Monsignor Ghizzoni con una selezione di prodotti agroalimentari d’eccellenza e solidali provenienti dalle zone del Centro Italia colpite dal sisma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • Bancomat, Pos e carte di credito in tilt: caos per prelievi e pagamenti in tutta Italia

Torna su
RavennaToday è in caricamento