Siccità, ordinanza contro gli sprechi: multe fino a 500 euro

L'ordinanza vieta, tra le altre cose, il lavaggio di cortili e di veicoli a motore, l’innaffiamento di giardini, orti e prati e il riempimento di piscine

Vista la grave siccità che sembra non riuscire a placarsi, il sindaco di Casola Valsenio Nicola Iseppi ha firmato l'ordinanza per la riduzione degli sprechi idrici. Questa decisione rimane in vigore fino al 30 settembre e impone a tutti gli utenti di limitare il prelievo e il consumo dell’acqua derivata da pubblico acquedotto, agli stretti bisogni igienico-sanitari e domestici. Inoltre è stato deciso di provvedere alla chiusura delle fontane ornamentali non provviste del sistema di ricircolo e alla chiusura di tutti gli impianti di irrigazione di giardini e parchi ad uso pubblico. E' escluso dalle suddette limitazioni, fino ad eventuali nuove disposizioni, il consumo di acqua oggetto di contratti di somministrazione per attività imprenditoriali e similari. Inoltre l'ordinanza vieta a livello domestico il lavaggio di aree cortilizie e piazzali, il lavaggio domestico di veicoli a motore, l’innaffiamento dei giardini, orti e prati, il riempimento da parte dei privati cittadini di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino e il funzionamento di fontanelle a getto continuo e ogni spreco ed abuso in genere. Le inadempienze ai suddetti ordini e divieti saranno sanzionate a norma di legge nella misura compresa fra 25 euro e 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

  • Fissata la riapertura del Mercato Coperto: ristoranti, bar e anche un supermercato

  • Raffinati ed eleganti: ecco i ristoranti più romantici di Ravenna

Torna su
RavennaToday è in caricamento