"SicuRa Web", i cittadini segnalano movimenti sospetti alla Municipale tramite Whatsapp

L'obiettivo è quello di arrivare a una circolazione di informazioni in modo organizzato su tutto ciò che non riguarda reati veri e propri, ma che può rivelarsi un campanello d’allarme

Nei mesi scorsi, su proposta del vicesindaco Eugenio Fusignani, è nato il progetto di controllo di vicinato SicURa, dall’idea di sfruttare la messaggistica su cellulare tramite Whatsapp. Il progetto è stato avviato grazie alla collaborazione fra cittadini, Polizia Municipale e amministrazione comunale con l’obiettivo di arrivare a una circolazione di informazioni in modo organizzato su tutto ciò che non riguarda reati veri e propri, ma che può rivelarsi un campanello d’allarme.

Ora SicURa cresce e si evolve nel progetto "SicURa Web", che consiste nella dotazione di una piattaforma informatica dove far convogliare tutti i dati per migliorare il servizio. I primi contatti tra l’assessorato alla Sicurezza e alla Polizia municipale e i gruppi Whatsapp risalgono all’ottobre 2017. Si è collaborato alla definizione del programma SicURa, che è diventato operativo ad aprile. Al momento coinvolge quattro gruppi di controllo di vicinato e 45 referenti circa, oltre a moltissimi “segnalanti” (i cittadini che collaborano nelle singole chat gestite da ogni gruppo). Il progetto SicURa Web ha cominciato ad essere approfondito a partire dall’estate, anche con la collaborazione dell’Ufficio sistemi informativi territoriali del Comune: è stata individuata la ditta, la GeoGraphics srl, chiamata a sviluppare la relativa piattaforma web, nella quale inserire dati e georeferenziare le segnalazioni, il cui utilizzo è ora in fase di simulazione, con il contributo di cinque referenti.

Per gennaio prossimo è prevista la piena operatività, con l’inserimento di dati reali. I referenti riceveranno username e password personali per inserire i dati relativi a data/ora/luogo (georeferenziato) dell'evento e tipologia; eventuale descrizione di veicoli presenti; eventuale descrizione di persone presenti. La Polizia municipale potrà effettuare analisi, anche di singole tipologie in base a filtri, in termini di quantitativo/tipologia ed evoluzione/migrazione dei fenomeni oggetto di registrazione per individuare le zone a maggiore criticità.

Screenshot_2018-12-07 Fwd Nasce il progetto SicURa Web - chiara tadini citynews email - Posta CityNews SpA-2

Screenshot_2018-12-07 Fwd Nasce il progetto SicURa Web - chiara tadini citynews email - Posta CityNews SpA(1)-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ruba in negozio e aggredisce le commesse: la Polizia blocca la sua fuga

  • Cronaca

    Beccato a spasso con la droga, era irregolare in Italia: arrestato ed espulso

  • Cronaca

    Le forze di Polizia fanno squadra contro il crimine: rafforzati i controlli in discoteca

  • Cronaca

    Un ravennate in mezzo all'attentato di Strasburgo: "Stavolta ci è mancato poco"

I più letti della settimana

  • Giro di vite per le targhe straniere: debutta il 'Decreto Salvini', tre auto sequestrate

  • Scoppia un incendio nella casa di Ballardini: paura su via Faentina

  • Ausl Romagna cerca personale a tempo indeterminato: come prepararsi al concorso

  • Operaio precipita nel vuoto all'interno della zona del petrolchimico

  • All'Onyx Club di Russi un tragico precedente della Lanterna Azzurra di Corinaldo

  • Addio in Emilia-Romagna al superticket su farmaci, visite ed esami: viene abolito dal primo gennaio

Torna su
RavennaToday è in caricamento