Una sigaretta gigante in piazza Kennedy per mettere in guardia sui rischi del fumo

Leonardo Cenci, giovane ammalato di tumore, racconterà la propria esperienza e darà un messaggio di forza e di incoraggiamento a praticare lo sport anche in presenza di malattie come il cancro

Una sigaretta gigante in piazza Kennedy sabato 11 e domenica 12, in occasione della Global Ports Maratona città di Ravenna, per mettere in guardia dai danni causati dal fumo e promuovere allo stesso tempo i benefici dello sport anche durante uno degli eventi sportivi più significativi per la città. Si presenta così la campagna itinerante di prevenzione e informazione sui rischi legati al fumo e di sensibilizzazione sul tumore del polmone promossa per la terza edizione dall’associazione Walce (Women against lung cancer in Europe) onlus e sostenuta dall’associazione Avanti tutta onlus fondata nel 2013 a Perugia. Il presidente dell’associazione perugina è Leonardo Cenci, un giovane ammalato di tumore che però non si arrende e contrasta la malattia anche facendo sport, in particolare correndo. L’ultima sua impresa podistica è legata alla Maratona di New York di domenica 5 novembre scorso.

.

Leonardo Cenci sarà presente con una postazione accanto alla sigaretta gigante per raccontare la propria esperienza e dare un messaggio di forza e di incoraggiamento a praticare lo sport anche in presenza di malattie come il cancro. Insieme a lui, in una delle due giornate, il testimonial dell’associazione Mauro Casciari, autore di programmi televisivi ed ex volto noto della trasmissione “Le Iene”. “Fin da quando mi è stato diagnosticato un tumore ai polmoni – spiega Leonardo – ho iniziato due percorsi con l’obiettivo di raggiungere il traguardo della guarigione, unendo terapia medica e sport”.

“La presenza di Leonardo Cenci e della campagna di Avanti tutta onlus in concomitanza con la Maratona di Ravenna – dichiara l’assessore allo sport Roberto Fagnani – ha un grande valore simbolico e vuole essere un’iniezione di fiducia per non rinunciare mai a lottare per la vita e a praticare sport, che può essere di aiuto anche in presenza di malattie come il cancro. Mi preme ringraziare i promotori dell’evento, in particolare Leonardo Cenci, Chiara Bennati, oncologa dell’ospedale Santa Maria delle Croci e Federico Cappuzzo, direttore dell’oncologia medica di Ravenna, così come sono grato agli organizzatori della Maratona, che si sono dimostrati sensibili e disponibili verso la promozione di questo evento collaterale”.     

Il grande stand a forma di mozzicone di sigaretta, alto 3 metri e lungo 14 con al suo interno un vero e proprio tunnel praticabile che prevede un percorso museale multimediale di prevenzione e informazione sui danni arrecati dal fumo di sigaretta e sul tumore al polmone, sarà aperto e visitabile gratuitamente dalle 10 alle 19. All'interno saranno inoltre presenti un’area medica dove sarà possibile effettuare gratuitamente un test spirometrico di base, eseguito da medici pneumologi, e un’area dedicata alla prevenzione primaria, con la presenza di Chiara Bennati, oncologa dell’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, in cui verrà messo a disposizione per la consultazione il materiale informativo che negli anni è stato realizzato da Walce al fine di promuovere nelle scuole campagne di prevenzione contro il fumo e a favore di corretti stili di vita. L’evento, che registra il patrocinio del Senato della Repubblica, di Aipo (Associazione italiana pneumologi ospedalieri) e di Insieme contro il cancro, sarà realizzato in compartecipazione con il Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • "Ravenna finirà sott'acqua entro il 2100": e con lei Venezia e Ferrara

  • Incidente sulla statale Adriatica: camion esce di strada e si ribalta

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

Torna su
RavennaToday è in caricamento