Spaccio di cocaina anche nei giardinetti di periferia, i carabinieri arrestano un 29enne

Il piano di controlli antidroga messo a punto dai carabinieri della compagnia di Faenza in tutto il comprensorio faentino non risparmia neppure le zone di periferia esposte al rischio "spaccio"

Il piano di controlli antidroga messo a punto dai carabinieri della compagnia di Faenza in tutto il comprensorio faentino non risparmia neppure le zone di periferia esposte al rischio “spaccio”. Questa volta è toccato al parco di Granarolo Faentino dove un 29enne originario del Marocco che abita poco distante dall’area verde, è finito in manette per aver venduto una dose di cocaina e di hashish ad un consumatore del luogo. A monte del blitz di domenica pomeriggio c’è un’attività d’indagine avviata negli ultimi tempi dai carabinieri di Granarolo Faentino che si sono messi alle costole dell'uomo.

Dopo aver composto un sufficiente quadro indiziario, i carabinieri hanno aspettato l’occasione propizia per stringere il cerchio sul presunto pusher. Infatti nel primo pomeriggio di domenica, quando i militari dell’arma hanno assistito all’ennesimo incontro nel parco fra il 29enne ed un altro residente di Granarolo, è scattata l’operazione antidroga che ha portato all’arresto in flagranza dello spacciatore. La persona che è stata fermata immediatamente dopo aver incontrato il 29enne è stata trovata in possesso di una dose di cocaina ed una di hashish. Messo alle strette dai carabinieri che avevano visto tutto, il 40enne ha ammesso di aver appena acquistato quella droga pagandola con una banconota da 50 e l'altra da 20 euro.

Il pusher 29enne che nel frattempo si era allontanato dal parco avvalendosi di un’uscita secondaria, di lì a poco si è ritrovato alla porta di casa i carabinieri, fra cui il vicecomandante della stazione il maresciallo Arcangelo Silecchia, che hanno dato inizio ad una perquisizione. Nel suo portafogli sono state trovate le due banconote da 50 e l'altra da 20 provento della cessione di droga avvenuta sotto gli occhi dei carabinieri inoltre il 29enne aveva ancora indosso gli stessi abiti con i quali era stato visto poco prima spacciare nel parco. L'acquirente, dal canto suo, ha ammesso di rifornirsi abitualmente dallo straniero da circa un anno, pertanto, oltre al sequestro della droga che aveva appena acquistato, è stato segnalato al prefetto per detenzione di stupefacenti per uso personale. L'arresto, avallato dal sostituto procuratore Stefano Stargiotti, lunedì mattina in tribunale a Ravenna, è stato convalidato dal giudice Galanti, che poi ha concesso i termini a difesa. fino alla data del processo fissata per il 20 aprile, il 29enne dovrà presentarsi per l’obbligo di firma presso la caserma dei carabinieri di Granarolo Faentino.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Padre e figlia volano nel fosso, atterrano due elicotteri: uomo in gravissime condizioni

  • Cronaca

    Spaccata nella notte nel negozio d'abbigliamento: il ladro si ferisce e lascia tracce di sangue

  • Cronaca

    Albergatori arrabbiati: "Mancano i parcheggi e l'alternativa è inutilizzabile, i turisti cancellano le prenotazioni"

  • Cronaca

    Schiuma bianca lungo la costa: Arpae spiega questo curioso fenomeno

I più letti della settimana

  • Auto in svolta, motociclista non riesce a evitarla: l'impatto è drammatico

  • Un muro bianco in lontananza, poi si scatena il nubifragio anche con grandine

  • L'uomo che collezionava chitarre: oltre 100 'Fender Vintage' alla conquista di Ravenna

  • Le acque del fiume Po restituiscono il corpo senza vita di un ravennate

  • Carambola tra auto nella corsia di discesa del ponte: due feriti

  • Lo abbandonarono per sballarsi con la droga e alla fine morì a 18 anni: in carcere i 4 amici per omicidio

Torna su
RavennaToday è in caricamento