"Non ho nulla da consegnare": aveva allestito in casa una centrale della droga

Le frequentazioni del ragazzo e il suo stile di vita hanno insospettito i militari dell'Arma, i quali dopo un'attività di pedinamento hanno deciso di fermarlo e perquisirlo

"Non ho nulla da consegnare". Questo è quanto dichiarato da un 23enne faentino arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Faenza per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Le frequentazioni del ragazzo e il suo stile di vita hanno insospettito i militari dell'Arma, i quali dopo un'attività di pedinamento hanno deciso di fermarlo e perquisirlo.

Nell’abitazione del 23enne sono stati rinvenuti su un comodino tre involucri contenenti marijuana del peso lordo di 10,3 e 6 grammi con a fianco il bilancino di precisione elettronico funzionante. Sempre nel comodino, all’interno del primo cassetto venivano rinvenuti quattro involucri del peso di 4, 12,11 e 11 grammi nonché un rotolo di carta pellicola utilizzato per avvolgere sostanza stupefacente per un totale di 60 grammi. All’interno di un altro cassetto sono stati ritrovati due coltelli a lama pieghevole con residui di stupefacente, utilizzati chiaramente per tagliare la sostanza e la somma di 300 euro in vari tagli, provento dell’attività di spaccio.

Sopra al letto all’interno di un contenitore è stato recuperato anche un frammento di hashish dal peso di un grammo confezionato con il cellophane. Il 23enne è stato associato in camera di sicurezza e nella stessa giornata è stato processato direttissima. L’arresto è stato convalidato dal giudice Andrea Chibelli (pubblico ministero Bartolozzi), con l'imputato che ha chiesto i termini a difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • Bancomat, Pos e carte di credito in tilt: caos per prelievi e pagamenti in tutta Italia

Torna su
RavennaToday è in caricamento