Spiegare l'astronomia attraverso i manga e Ufo Robot: una ravennate alla conquista del Giappone

Costellazione Manga è un viaggio tra manga, anime ed astronomia, che si basa su un linguaggio comune: quello dei riferimenti culturali di anime e manga per poter comunicare facilmente concetti di astrofisica al pubblico

Spiegare l'astronomia usando i fumetti (manga) e i cartoni animati (anime) giapponesi si può: a dimostrarlo un lavoro guidato da una dottoranda ravennate, Daria Dall'Olio, che studia astronomia presso la Chalmers University of Technology di Göteborg (Svezia). A quarant'anni dal debutto sulla Rai della serie animata Atlas Ufo Robot – Goldrake in Italia, Daria Dall'Olio ha presentato con successo il progetto Costellazione Manga al più importante congresso internazionale sul tema della comunicazione scientifica dell'astronomia, Communicating Astronomy with the Public 2018, organizzato in Giappone dall'Unione Astronomica Internazionale.

Costellazione Manga è un viaggio tra manga, anime ed astronomia, che si basa su un linguaggio comune: quello dei riferimenti culturali di anime e manga per poter comunicare facilmente concetti di astrofisica al pubblico. Mentre in Italia celebriamo i quarant'anni della prima messa in onda di Goldrake, avvenuta il 4 aprile del 1978, Costellazione Manga è sbarcata in Giappone il 28 marzo scorso. Goldrake è stato il primo cartone animato giapponese a tema fantascientifico trasmesso in tv dalla Rai e ha avuto un forte impatto sulla cultura italiana ed europea (in particolare francese) dei primi anni Settanta. Sin dal suo esordio, le avvincenti avventure di Actarus e del suo robot Goldrake che combattono contro i nemici provenienti dalla stella Vega sono entrate immediatamente a far parte dell'immaginario popolare giovanile, aprendo definitivamente le porte ad un nuovo genere di comunicazione e linguaggio, quello di manga e anime giapponesi. Fumetti e animazione hanno una lunga tradizione come strumenti per l'insegnamento e la divulgazione. A partire dagli anni Quaranta, Walt Disney realizzò una serie di cortometraggi divulgativi, su diversi temi tra cui la psicologia, la medicina, l'igiene, l'economia. In Italia si possono ricordare le animazioni di Bruno Bozzetto per il programma televisivo Quark. Anche il Giappone ha una tradizione lunga e importante, che annovera per esempio spettacoli per i planetari e libri di astronomia ispirati da fumetti di successo (come Galaxy Express 999 di Leiji Matsumoto).

Costellazione Manga si basa su un'idea fondamentale: manga e anime rappresentano un linguaggio co­mune ad almeno due generazioni in Italia e in Europa, che a partire dalla fine degli anni Settanta sono cresciute con gli anime in televisione e anni dopo con i manga disponibili in ogni edicola. Lo stesso può dirsi di molti altri paesi del mondo, come gli Stati Uniti. Il fumetto e l'animazione giapponese possono fornire quindi un immaginario comune da cui partire per rappresentare temi di astronomia e fisica, approfondir­ne i contenuti scientifici, e presentarne gli ultimi sviluppi. Il progetto è stato creato da Daria Dall'Olio, da Piero Ranalli, ricercatore in astronomia, e da Alessandro Montosi, esperto di storia dell'animazione e del fumetto. Il progetto è nato a Ravenna nel 2011, come attività del Planetario di Ravenna, dell'Associazione Ravennate Astrofili Rheyta (Arar) e dell'Associazione per gli Scambi Culturali tra Italia e Giappone (Ascig).

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Falciano un ciclista e scappano, 25enne lasciato morire sul bordo della strada

  • Omicidio stradale, fermata una ragazza accusata di aver lasciato morire un 25enne

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Accoltella a morte il socio al culmine di una furiosa lite

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

Torna su
RavennaToday è in caricamento