Stage formativo in Francia per tre "meccanici" del Callegari

“Le difficoltà incontrate - riferisce la coordinatrice del progetto professoressa Anna Pensato - non sono state poche

Sono appena rientrati i tre studenti dell’Ipsia Callegari di Ravenna, dopo un periodo di tirocinio formativo nella cittadina di Chartres. Fabio Casadei, Gianluca Chiarelli ed Amarildo Gura, tutti frequentanti il quinto anno dell’Isitituto Professionale cittadino, hanno appena terminato lo scambio culturale iniziato lo scorso maggio, facendo da tutor agli studenti del Lycée Jehan de Beauce.  In questo mese hanno partecipato ad un proficuo ed edificante periodo di stage in importanti aziende francesi.

E’ il secondo anno che lo storico istituto di istruzione superiore ravennate include, all’interno della propria offerta formativa, la possibilità di stage professionali all’estero. Ed è ferma l’intenzione dell’istituto Callegari di consolidare i rapporti con il Lycée Jehan de Beauce di Chartres e far sì che questa opportunità si offra ad un numero sempre più ampio di studenti, anche di classi differenti.

“Le difficoltà incontrate - riferisce la coordinatrice del progetto professoressa Anna Pensato - non sono state poche. Siamo riusciti in ogni caso non solo a ripetere l’esperienza ma anche di migliorarne le caratteristiche. Difatti, oltre al periodo ormai consolidato di tirocinio pratico professionale all’interno di auto-officine della zona di Chartres, quest’anno i nostri tre ragazzi sono stati ospitati da alcune famiglie locali che, gentilmente, si sono rese disponibili al fine di realizzare questa preziosissima esperienza di vita, creando perciò una situazione in cui la scuola rappresenti un processo di crescita e di sviluppo dei giovani, e non rimanga confinata ad una serie di attività basate sulle conoscenze”.

Indispensabile è stata la collaborazione dell’associazione culturale ravennate “Amici di Chartres”. Ancora una volta ha supportato finanziariamente, oltre che moralmente, il progetto ed ha permesso anche di contattare le famiglie francesi  che hanno ospitato i tre giovani studenti ravennati. “La positiva esperienza che l’Ipsia Callegari ha instaurato con il liceo della città gemella, in un settore così importante come è la formazione scuola-lavoro, riceve da noi il più convinto apprezzamento e sostegno” riferisce il presidente dell’Associazione, Ugo Baldrati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per l'Associazione Amici di Chartres, la relazione di amicizia e collaborazione che si è allacciata, tocca l'ambito più significativo delle relazioni di gemellaggio tra le città di Ravenna e di Chartres, in quanto coinvolge, sotto un profilo sostanziale, i giovani e le loro prospettive di lavoro ovunque esse si presentino. Lo scambio, perciò, qualifica il livello delle relazioni in atto con la città e i cittadini di Chartres.” Ma la collaborazione continua. A partire dal prossimo maggio, infatti,  alcuni studenti del Lycée di Chartres arriveranno a Ravenna dove, supportati da studenti-tutor e dagli insegnanti dell’Ipsia Callegari, vivranno l’esperienza del tirocinio in terra di Romagna, grazie anche alla collaborazione di importanti aziende ravennati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento