Rifiuti tossici nell'asfalto, sospetti anche nel ravennate: "Quali sono le 'strade al veleno'?"

"La notizia è a dir poco sconcertante – afferma Claudio Fabbri, capogruppo di BellAlfonsine – e occorre che l’amministrazione faccia immediatamente chiarezza sul punto"

Dopo aver appreso della maxi inchiesta della Dda di Venezia denominata “Strade al Veleno”, avente a oggetto l’indagine sull’impiego di presunte sostanze nocive ben al di sopra della soglia di legge riscontrate nel conglomerato ecologico utilizzato per asfaltare piazze e strade in Veneto, Lombardia e anche Emilia-Romagna, il gruppo consiliare BellAlfonsine ha depositato un'interrogazione al sindaco di Alfonsine per conoscere se nel Comune alfonsinese sia stato impiegato dell’asfalto denominato “concrete green” e, in caso affermativo, se si sia trattato di cantieri pubblici (con affidamento da parte del Comune) o di cantieri privati (es. rifacimento manto a seguito di sistemazione rete fognaria e quindi a carico di soggetti come ad es. Hera).

Sottofondi stradali fatti con materiale inquinante: sospetti su una strada del ravennate

"La notizia è a dir poco sconcertante – afferma Claudio Fabbri, capogruppo di BellAlfonsine – e occorre che l’amministrazione faccia immediatamente chiarezza sul punto: per chiesto ho presentato immediatamente una interrogazione perché vorrei che il Comune mettesse al corrente tutti i suoi cittadini se vi siano dei rischi o meno anche nel percorrere le strade asfaltate. Ovviamente ci si augura che le nostre strade non siano tra quelle velenose, ma nel malaugurato caso in cui dovesse essere scoperto il contrario, allora occorrerebbe aprire una seria riflessione su come l’amministrazione comunale vigili sulla corretta esecuzione dei cantieri in essere. La più grande preoccupazione va in questo momento a chi abita nelle vie del centro che sono state oggetto di rifacimento del manto stradale in queste settimane, in particolare via Murri e via Don Minzoni, ma anche a chi ha lavorato venendo a stretto contatto con il materiale tossico”. Il gruppo consiliare chiede infine di conoscere cosa intende fare il Comune di fronte a questa circostanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • Finge un problema all'auto e blocca le due presunte ladre d'appartamento

  • Lotta per la vita il 14enne precipitato da un balcone dell'hotel

  • Scoppia un incendio nell'azienda di pallet: alta colonna di fumo nero in cielo

  • Escort e over 45, trasgressione senza età: il lato piccante di Ravenna

  • Pamela Prati gira un video a Milano Marittima: "Ricomincio dalla musica"

Torna su
RavennaToday è in caricamento