Tante segnalazioni: la piattaforma Comuni-Chiamo piace ai castellani

Una modalità introdotta recentemente e che si sta rivelando estremamente utilizzata, efficace e apprezzata: il cittadino si avvicina all'amministrazione comunale per segnalare i problemi della città direttamente da pc o smartphone.

Sono ben 575, per una media di 1.6 al giorno, le segnalazioni pervenute nel corso del 2016 al Comune di Castel Bolognese attraverso la piattaforma Comuni-chiamo. Una modalità introdotta recentemente e che si sta rivelando estremamente utilizzata, efficace e apprezzata: il cittadino si avvicina all'amministrazione comunale per segnalare i problemi della città direttamente da pc o smartphone. A Castel Bolognese, su 575, 150 segnalazioni hanno riguardato gli edifici pubblici, 117 le strade e 108 l'illuminazione: sono queste le categorie più "gettonate" dai cittadini. Ad oggi, il 96% delle 575 segnalazioni ricevute sono state chiuse (l'89% con esito positivo). Il 40% delle segnalazioni si chiude entro 4 giorni, dopo 10 giorni si arriva al 62%, mentre nell'arco di due settimane la percentuale tocca il 74%.

Il servizio Comuni-chiamo è utilizzato in 83 Comuni in Italia ed è semplice da utilizzare. Accedendo alla piattaforma Comuni-chiamo da pc o smartphone (grazie all’app disponibile per iOS e per Android) ogni cittadino può segnalare in tempo reale i problemi che riscontra in città: una buca in strada, un lampione mal funzionante, la mancata raccolta della spazzatura, la presenza di animali randagi, un tombino intasato o sfalci d’erba sono solo alcuni esempi di segnalazioni che è possibile fare. Una volta inserite nel portale, le segnalazioni vengono elaborate dalla piattaforma che attribuisce loro un grado di priorità: in questo modo il Comune sa esattamente ciò che per i cittadini è più urgente risolvere, risparmia tempo e risorse e può garantire un servizio più efficiente e tempestivo.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Gene Gnocchi dopo la battuta sul maiale: "È satira, mi spiace ma non mi sento in colpa"

  • Cronaca

    "Quel maiale è Claretta Petacci", e sotto casa di Gene Gnocchi spunta uno striscione: "Vigliacco"

  • Cronaca

    Scuola e l'ora di religione, la Diocesi: "Non è un’ora di catechismo"

  • Cronaca

    Uccisa e gettata nel pozzo: la Cassazione conferma la condanna al marito

I più letti della settimana

  • Notte di sangue sulla Romea: schianto fatale fra tre camion, due morti

  • Commando entra in una casa della campagna ravennate: legato e picchiato un uomo

  • Cucciolo morto assiderato, coppia denunciata. Trovata una fossa con cani seppelliti

  • La discussione sfocia in una lite sanguinosa: uomo sfregiato al volto con un coltello

  • La vicina lancia l'allarme, anziana trovata sul pavimento: muore in ospedale

  • Investito da un'auto mentre porta a spasso il cane: grave un giovane

Torna su
RavennaToday è in caricamento